Foto delle vacanze pubblicate sui social, la polizia Non condividete sui social
Foto delle vacanze pubblicate sui social, la polizia Non condividete sui social

L’estate è il momento in cui tante famiglie italiane si rilassano in vacanza e proprio nello stesso periodo cresce il numero dei furti in casa. I malviventi approfittano dell’assenza dei padroni di casa per colpire. Quest’anno la polizia ha dato un consiglio al popolo dei vacanzieri.

“Se siete in vacanza evitate di condividerlo sui social. D’estate, periodo con meno gente in città, i ladri d’appartamento sono invece all’opera. A volte per prendere informazioni si aiutano proprio con i social network. È facile reperire nomi e cognomi e scoprire se i proprietari sono in casa o in viaggio, per decidere se tentare un furto.
Consiglio: per condividere i bei momenti delle ferie estive aspettate di essere tornati a casa. E poi, in caso di lunghi periodi di assenza è bene affidarsi a parenti, amici o al buon vicinato per creare una rete di collaborazione in modo da avere sempre qualcuno che possa controllare che in casa sia tutto a posto”, questo il post dell’Agente Lisa.

Boom di prenotazioni per le case vacanze, come evitare le truffe su Airbnb

L’estate 2021 è alle porte e tra vaccini e Green Pass gli italiani guardano alle vacanze. Secondo i dati di Airbnb, stiamo assistendo ad un ritorno alla villeggiatura: le prenotazioni sono aumentate dal 33% nell’estate 2019 al 53% per quella 2021 mentre il turismo rurale è passato da un 21% nel 2019 al 37% di quest’anno.

Ma con la popolarità della casa vacanza online, aumenta anche il rischio di imbattersi in tentativi di truffa che prendono di mira gli utenti che per la prima volta si cimentano con la prenotazione fai da te della vacanza. Per stare più tranquilli Polizia Postale e delle Comunicazioni e Airbnb, la piattaforma di viaggio, hanno avviato una campagna per aiutare i meno esperti a riconoscere e stare alla larga dai tentativi di raggiro più diffusi, individuando i profili di truffatori più comuni e i consigli per smascherarli.

Italiani più digitali: più frodi virtuali

Secondo l’Osservatorio Multicanalità del Politecnico di Milano e da Nielsen, lo scorso anno 30 milioni di italiani hanno effettuato almeno un acquisto online. Il settore dei viaggi, stando alla ricerca, è quello in cui più si utilizza il digitale: quasi 7 utenti su 10, il 65%, acquista una vacanza esclusivamente online oppure alternando online e offline. Nel 2020 con lo scoppio della pandemia le segnalazioni per reati informatici al Commissariatodips.it della Polizia Postale e delle Comunicazioni sono cresciute del 142% rispetto all’anno precedente.

TUTTI I CONSIGLI

Boom di prenotazioni per le case vacanze, come evitare le truffe su Airbnb

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.