Zona Rossa e vaccini: il piano anti covid del Governo Draghi

Dopo la Pasqua in zona rossa, un’altra settimana di restrizioni in Italia per arginare il Covid e le sue varianti. A quanto apprende l’Adnkronos, è questa una delle ipotesi a cui lavora il governo alle prese, tra le altre cose, con le misure anti Coronavirus che scadranno il prossimo 6 aprile.

L’ipotesi è appunto quella di una ‘mini proroga’ della stretta anti contagio in atto di una sola settimana, ovvero dal 6 all’11 aprile. Parallelamente, si spingerà sull’acceleratore del piano vaccinale, per avanzare con la copertura il più possibile.

Una possibile eccezione, spiegano fonti di governo all’Adnkronos, la riaperture della scuola dell’infanzia e delle primarie nelle zone rosse. Proprio oggi sul tema c’è stata una riunione a Palazzo Chigi tra il premier Mario Draghi, il ministro della Salute Roberto Speranza e i vertici del Cts.

Covid, zona rossa e sostegno economico

“Le misure di sostegno all’economia saranno eliminate gradualmente verso la fine dell’anno”. Lo ha affermato il ministro dell’Economia Daniele Franco ad un evento Bloomberg. “Il paese è ancora sotto strette restrizioni alla mobilità ma crediamo che dopo Pasqua la situazione migliorerà gradualmente e tornerà alla normalità verso maggio e giugno per la disponibilità dei vaccini da una parte e per il fatto che la stagione più calda aiuterà”, ha detto. Franco ha poi annunciato che “verso la fine dell’anno elimineremo gradualmente” le misure di sostegno all’economia e “torneremo alla normalità”. “Nelle prossime settimane saranno introdotte ulteriori misure” di sostegno all’economia, ha aggiunto.

Quanto al Recovery “stiamo lavorando per inviare il nostro piano alla Commissione europea entro la fine di aprile”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.