18.8 C
Napoli
mercoledì, Settembre 28, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Crollo al cimitero di Poggioreale, firmato il protocollo per il recupero delle salme


C’è la svolta per il recupero delle centinaia di salme del cimitero di Poggioreale, finite chissà dove dopo il crollo dello scorso 5 gennaio. La giunta comunale di Napoli, su proposta degli assessori alle Infrastrutture e ai Cimiteri, Edoardo Cosenza e Vincenzo Santagada, ha infatti approvato ieri un protocollo di collaborazione e assistenza tecnica con i vigili del fuoco che consentirà nelle prossime settimane cominciare le operazioni di ricerca dei defunti.

“Il provvedimento – recita una nota di Palazzo San Giacomo – riguarda le due cappelle sepolcrali parzialmente crollate dei “Dottori” e di “San Gioacchino a Sopramuro al Carmine”, interessate dal crollo avvenuto a gennaio 2022”.

Le spese a carico della società Metropolitana di Napoli Spa e il sequestro ancora in atto

Da Palazzo San Giacomo specificano: “La società Metropolitana Napoli si farà carico delle dotazioni, nonché dei mezzi d’opera necessari e degli oneri finanziari derivanti dagli interventi di recupero delle salme”.

Il crollo fu causato da un’infiltrazione idrica proveniente dal cantiere per la realizzazione del tratto della metropolitana compresa tra Poggioreale e Capodichino. L’opera è affidata proprio a Metropolitana di Napoli Spa che subito dopo l’accaduto diede la propria versione dei fatti.

Intanto l’area del crollo resta ancora sotto sequestro disposto dalla Procura di Napoli. Autorizzati invece alcuni dei sopralluoghi delle Arciconfraternite e della società Metropolitana di Napoli Spa

Le parole dell’assessore Santagada e le nuove manifestazioni

«Con questo atto – spiega l’assessore Santagada – autorizziamo i tecnici alla sottoscrizione del protocollo di collaborazione ed assistenza tecnica con i vigili del fuoco per il recupero delle salme, resti mortali ed urne cinerarie presenti nei manufatti dissestati, attività che è stata dall’inizio di primario interesse per l’amministrazione».

Santagada auspica di «ottenere poi in tempi brevi l’apertura parziale della restante parte non interessata dai dissesti del cimitero monumentale in modo da consentirne la fruizione alla cittadinanza per l’esercizio della pietas».

Intanto lunedì pomeriggio il parlamentare della Lega Gianluca Cantalamessa incontrerà alle 18 i parenti dei defunti all’esterno dell’ossario.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Sabbatino
Antonio Sabbatino
Iscritto all'Albo dei pubblicisti dall'ottobre 2012, ho sviluppato nel corso degli anni diverse competenze frutto dell’esperienza sul campo in ambito politico, sociale e di cronaca, sia bianca che nera. Sono stato conduttore radiofonico di programmi musicali presso Radioattiva, radio web napoletana e redattore e collaboratore di diverse testate online. Attualmente sono inviato per il quotidiano Roma, il più antico giornale napoletano, di InterNapoli.it che rappresenta una delle realtà più dinamiche del panorama giornalistico napoletano, campano, la neonata testata Tell che approfondisce i grandi temi politico-sociali a più livelli e Comunicare il Sociale rivista specializzata di Terzo Settore.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Melito, il professor Toscano ucciso a coltellate nel cortile della scuola

Ucciso a coltellate. È quanto hanno accertato i carabinieri intervenuti ieri sera alle 22.30 all’interno del perimetro interno della...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria