31.8 C
Napoli
giovedì, Luglio 25, 2024
PUBBLICITÀ

Dà fuoco alla casa di famiglia dopo la lite, madre e figlia muoiono tra le fiamme

PUBBLICITÀ

Una nuova, ennesima lite familiare finisce in tragedia. Siamo a Vittoria, provincia di Ragusa in Sicilia: un 29enne di origini tunisine, a quanto sembra con problemi psichici, ha dato fuoco alla casa di famiglia al termine di un acceso battibecco.

Sono decedute, in seguito all’incendio, la madre del giovane, Miriam di 55 anni, e la sorella Sameh, di 34 anni. Sono ricoverati invece, in gravissime condizioni, il padre Kamel, 57 anni, e la sorella minore di Sameh, Omaima di 19 anni. Scampata all’incendio, ma solo perché non era presente in casa, l’altra sorella: studia all’Università di Torino e sta facendo rientro in queste ore a Vittoria.

PUBBLICITÀ

Tragedia familiare a Vittoria, madre e figlia muoiono dopo l’incendio della loro casa

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori sarebbe stato il giovane, al culmine di una lite familiare, ad appiccare il rogo. Avrebbe ammassato dei copertoni davanti alla casa, dando poi fuoco con una torcia avvolta in uno straccio imbevuto di liquido infiammabile. Le fiamme, che hanno distrutto l’abitazione, sono state spente dai vigili del fuoco dopo diverse ore.

Il 29enne ora è in stato di fermo. Le accuse per lui saranno pesantissime: omicidio volontario premeditato aggravato dalla crudeltà e dal vincolo familiare, tentato omicidio. L’abitazione è andata distrutta.

“Correvano nella piazza ed erano irriconoscibili, erano delle torce umane che urlavano e chiedevano aiuto. Alcune persone sono scese in strada con le coperte per avvolgerle e spegnere le fiamme. Una coperta poi è rimasta attaccata al corpo. Dei giovani tunisini, con coraggio, sono entrati in casa tra le fiamme e hanno tirato fuori la madre, ormai irriconoscibile e l’hanno adagiata a terra. I soccorsi sono arrivati quasi subito. Ma nessuno di loro si era salvato dalle fiamme”, ha raccontato una donna.

I funerali dovrebbero svolgersi nella moschea di via Montebello. Il sindaco di Vittoria, Francesco Aiello, ha proclamato una giornata di lutto cittadino nel giorno del funerale di Mariam. “Esprimiamo profondo cordoglio – si legge su un post pubblicato sul profilo Facebook del Comune –. L’intera collettività è vicina alla famiglia in questo momento di immenso dolore. L’amministrazione è a disposizione per i bisogni di questo tragico momento. Proclameremo il lutto cittadino nel giorno dei funerali”.

 

 

 

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Maradona, all’asta la maglia autografata indossata contro il Belgio a Messico ’86: il prezzo è milionario

La maglia indossata da Maradona nella semifinale di Messico '86 contro il Belgio sarà messa all'asta. A scegliere di...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ