David di Donatello, l’emozionante dedica a Napoli di Marina Confalone: “Questo premio è per la nostra terra”

Marina Confalone per ‘Il vizio della speranza’ ha vinto il David di Donatello per la miglior attrice non protagonista. Al suo quinto riconoscimento, la Confalone si è commossa sul palco al momento della premiazione. L’attrice, che esordì con Eduardo, protagonista della scena cult con la lavatrice nel film “Così parlò Bellavista”, ritirando il premio ha detto: “Il regista Edoardo de Angelis ha raccontato la nostra terra, la Campania, dedico il premio alla nostra terra e ai napoletani di buona volontà”.

«Sono davvero felice della splendida affermazione di Marina Confalone che ha vinto il David di Donatello come miglior attrice non protagonista grazie alla magnifica interpretazione di Zì Marì in ‘Il vizio della speranza’ di Eduardo de Angelis. La sua dedica “Alla mia terra, ai napoletani che hanno buona volontà” mi ha colpito e commosso. Grazie 
Marina, Napoli e tutti i napoletani di buona volontà ti amano». Lo afferma il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.