Addio Hamsik, c’è il tweet ufficiale. Adl: “In estate altre partenze importanti”

Arriva anche l’annuncio ufficiale: Marek Hamsik è un nuovo giocatore del Dalian. Dopo le parole ai giornalisti, il presidente ha dato anche la conferma attraverso Twitter: “L’accordo con il Dalian è stato raggiunto. Auguro a Marek di essere felice in Cina. Le porte del Napoli saranno sempre aperte per lui”.

Queste le parole del presidente Aurelio De Laurentiis, intervenuto da Zurigo ai nostri microfoni: Hamsik? E’ andato, la lettera di credito è a posto, abbiamo controllato tutto. Noi abbiamo tenuto stretto Hamsik per tutti questi anni, lo desiderava Moratti, Allegri quando era al Milan ed anche alla Juve, abbiamo tenuto Marek vicino a noi, ed anche quando ultimamente mi ha parlato della Juve gli ho detto che doveva rimanere qua. Poi quando mi ha parlato della Cina in estate, gli ho detto che lo capivo ma c’era un nuovo allenatore e dovevo capire come si sarebbe organizzato.

Insigne è sempre stato molto responsabile, è un napoletano che c’è e tiene alla maglia che indossa e ne conosce la responsabilità. Io credo che la squadra sia squadra, devo ringraziare il mister per aver fatto giocare tutti, facendo turnover in maniera non scriteriata ma atta a far capire dove si poteva andare con questi elementi, e capire quale lavoro fare questa estate. La prossima sarà un estate ‘ancelottiana’, quando è arrivato non poteva rivoluzionare tutto, ci saranno due-tre cambi importanti.

Hamsik addio o arrivederci? Dipende soltanto da lui, mi auguro di avere l’occasione quando ci sarà il fermo del campionato cinese di averlo con noi per poter fare un saluto effettivo alla città di Napoli, per il momento è stato ufficioso e non ufficiale. Marek si sa organizzare molto bene, ha lavorato molto assiduamente con il padre sul suo territorio. 

L’Europa League ha acquistato man mano più spessore e più importanza, molto spesso questi sorteggi non rendono giustizia e ci vediamo squadre importanti alloggiare scomodamente in Europa League, diventa un torneo molto più importante. La Uefa ha capito che non poteva massimizzare i ritorni economici solo sulla Champions ma ha lavorato anche sull’Europa League. Se dovessimo arrivare a vincerla allora i conti potrebbero tornare in equilibrio.

Obiettivo stagionale vincere l’Europa League, ha promesso qualcosa ai giocatori?Ma lo sai quanto guadagnano i nostri ragazzi?! Credo sia nel loro interesse vincere, fino a che uno guadagna 500 mila euro nette all’anno sono già tanti, qui c’è gente che guadagna 12 mln lordi a stagione, e c’è bisogno di avere anche un incentivo!? Credo ci sia un’etica che mette la parola fine.

Controtendenza, ci sono 6-7 mila napoletani rispetto ai pochi tifosi al San Paolo. E’ un discorso molto lungo che non si può fare in tre secondo. Fa piacere che ci sono tanti tifosi qui a Zurigo, e io sono tranquillo perchè le indagini Nielsen ci dicono che siamo 40 mln nel mondo, poi vi consegneremo la mappatura”.