Doppia aggressione agli operatori del 118 a Napoli e Lecce, ‘strascino’ e pugni in faccia

Nella giornata di ieri c’è stata l’ennesima aggressione ad una postazione del 118. Come riporta la pagina dell’associazione ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’.. Ecco il comunicato: “La postazione Incurabili (India-senza medico a bordo) viene allertata per malore in paziente donna, giunti sul posto la paziente (probabilmente psichiatrica) incomincia ad andare in escandescenza fino a strappare una ciocca di capelli all’autista (donna)del mezzo di soccorso. Ancora non sono chiari i motivi di tale aggressione.

Altra aggressione a Lecce. L’episodio è avvenuto in piazza Sant’Oronzo, proprio nel centro di Lecce.L’ambulanza del 118 è intervenuta per soccorrere una donna, una 52enne, che in evidente stato di ebbrezza dava segni di malessere.  Il personale dle 118 ha fatto salire la donna nell’ambulanza e in quel momento è scattata l’aggressione: pugni in faccia e calci all’infermiera, Maria Giovanna Zippo, che ha faticato – aiutata dai colleghi – a sottrarsi alla furia della paziente. L’episodio riporta in primo piano il problema della scurezza per gli operatori del 118, spesso vittime di aggressioni fisiche o verbali nel corso dei loro interventi.