34.9 C
Napoli
giovedì, Agosto 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Blitz della polizia di Secondigliano, sequestrata la droga dello stupro


Ben 12 boccettine della cosiddetta droga dello stupro sequestrate nel quartiere di San Pietro a Patierno. A rinvenirle, nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato di Secondigliano diretto dal vicequestore aggiunto Raffaele Esposito.

Una pattuglia stava transitando in zona quando ha notato due soggetti che in via della Bussola, nella zona cosiddetta del Bronx. I due alla vista della Polizia si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Dal successivo controllo gli agenti hanno ritrovato e requisito i contenitori con dentro la tipologia di stupefacente di solito scelta dagli aggressori per abusare sessualmente delle loro vittime dopo aver versato la droga in una bevanda offerta alla preda. L’effetto, dopo l’assunzione, è in genere quello della perdita dei sensi ed è allora che scatta la violenza.

GHB, cos’è la droga dello stupro e quali sono i suoi effetti

 

GHB, o acido gamma-idrossibutirrico, è diventato noto come «droga dello stupro» o «rape drug» perché associato a numerosi casi di violenza carnale. È — infatti — una sostanza che fa perdere i freni inibitori e la resistenza fisica. Per questo è utilizzata per abusare delle ragazze senza che se ne accorgano.

 

La storia

Il GHB è stato sintetizzato per la prima volta nel 1874 dal chimico russo Aleksandr Michajlovič Zajcev, docente di chimica all’Università di Kazan. La sostanza venne nuovamente sintetizzata e finalmente studiata in modo sistematico quasi un secolo più tardi, nel 1960 da Henry Laborit, uno dei massimi farmacologi del Novecento, scopritore, tra l’altro, degli effetti antipsicotici della cloropromazina.

Come si prende

Il GHB è diffuso in forma liquida o polvere bianca e viene assunto quasi sempre mescolato con bevande come il succo d’arancia per mascherare il gusto salato.

Dove è diffusa

Questa sostanza ha cominciato a diffondersi negli ambienti fitness e nelle palestre come stimolante degli ormoni della crescita. Nelle discoteche e negli ambienti notturni è conosciuto anche come «Ecstasy liquida», anche se non ha nulla a che vedere con l’Ecstasy, perché è una sostanza completamente diversa, chimicamente e fisicamente, e ritenuta nettamente più pericolosa, anche perché difficile da dosare.

Gli effetti

Gli effetti principali sono stato confusionale, perdita del senso della realtà e capacità di coordinamento, nausea, vomito e problemi muscolari. Nei casi più gravi possono verificarsi convulsioni, collasso, coma e morte. Chi la prende prova un senso di stordimento e diventa meno capace di reagire e perde anche la memoria a breve termine, cioè la capacità di ricordare che cosa è accaduto nelle ultime ore.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Sabbatino
Antonio Sabbatino
Iscritto all'Albo dei pubblicisti dall'ottobre 2012, ho sviluppato nel corso degli anni diverse competenze frutto dell’esperienza sul campo in ambito politico, sociale e di cronaca, sia bianca che nera. Sono stato conduttore radiofonico di programmi musicali presso Radioattiva, radio web napoletana e redattore e collaboratore di diverse testate online. Attualmente sono inviato per il quotidiano Roma, il più antico giornale napoletano, di InterNapoli.it che rappresenta una delle realtà più dinamiche del panorama giornalistico napoletano, campano, la neonata testata Tell che approfondisce i grandi temi politico-sociali a più livelli e Comunicare il Sociale rivista specializzata di Terzo Settore.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. “Dammi l’orologio”, turista sventa la rapina e fotografa i ladri: fermati

Martedì pomeriggio una donna si è presentata presso gli uffici della Questura per denunciare di aver subito un tentativo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria