Droga e cellulari nel carcere di Secondigliano, scoperto il figlio del ras del clan di camorra

Sorpreso con 4 microcellulari e 20 dosi di droga da far arrivare ai detenuti del carcere di Secondigliano. Il figlio del ras Antonio Maragas è stato scoperto dalla polizia penitenziaria durante la perquisizione come riportato da La Repubblica. Il 32enne ha tentato di nascondere tutto nella suola delle scarpe.

Il detenuto avrebbe potuto riprende i contatti con l’esterno del carcere grazie ai telefonini, poichè è in isolamento con l’accusa di essere a capo di un’organizzazione criminale. Secondo l’accusa Antonio Maragas e Giovanni Lambiase hanno chiesto il pizzo ai commercianti di Castellammare.