Droga, pistola giocatolo e coltello: due arresti dei finanzieri a Giugliano dopo un inseguimento sul litorale

Hanno visto un uomo in strada in atteggiamenti sospetti, il fiuto da investigatori non li ha traditi ed infatti, in seguito ad un repentino blitz, sono stati scoperti ed arrestati due pusher. La brillante operazione è stata eseguita nel fine settimana dai finanzieri della Compagnia di Giugliano. I baschi verdi, diretti dal capitano Oscar Samuele Olivieri, hanno visto un uomo in via Orsa Maggiore, strada della fascia costiera di Giugliano, mentre scappava poichè aveva paura di subire una rapina da due ragazzi di colore. A quel punto i finanzieri hanno iniziato un inseguimento ai due uomini terminato nella frazione di Licola Mare.

Prima di bloccarli, però, avevano notato lo scambio di una busta rossa tra i due soggetti in sella ad uno scooter. A seguito dell’ispezione è stato accertato che erano in possesso di 37,30 grammi di marijuana divisi in 15 bustine, una pistola giocattolo priva del tappo rosso, un coltello da cucina, un cutter, un tritaerba e 90 euro in contanti. Inoltre il motorino su cui viaggiavano è stato sequestrato poichè frutto di ricettazione. Probabilmente quella persona che aveva simulato una rapina era invece un acquirente che non voleva pagare la dose di droga acquistata dai due pusher.

Il giudice del tribunale del Napoli Nord, dott.ssa Maria Carmen Quaranta, a seguito del processo col rito per direttissima, ha convalidato i fermi per Diaby Mamadou (nato in Costa d’Avorio) e Awali Nasim (Benin) e ha applicato ad entrambi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.