31.7 C
Napoli
mercoledì, Luglio 24, 2024
PUBBLICITÀ

Porta droga e telefonino al fratello detenuto, bloccata 23enne nel carcere di Secondigliano

PUBBLICITÀ

Voleva introdursi con la droga e un telefonino al carcere di Secondigliano, bloccata la sorella del detenuto. La 23enne si è recata al colloquio nel penitenziario napoletano con 32 grammi di hashish e un microtelefonino con sim. Bloccata e denunciata dalla Polizia Penitenziaria in seguito al ritrovamento. Notizia resa nota dal sindacato Osapp.

LA SCOPERTA NEL CARCERE

Dure le parole dei segretari regionali Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo: “Il fenomeno dell’introduzione di materiale illecito e sostanze stupefacenti all’interno degli istituti penitenziari campani è all’ordine del giorno e l’attuale normativa vigente non ha prodotto i risultati sperati, pertanto ci si auspicano maggiori investimenti delle istituzioni in risorse strumentali e umane, nonché l’impiego costante delle unità cinofile, idonei a contrastare questi fenomeni”. L’Osapp plaude al personale di Polizia Penitenziaria operante nel penitenziario di Secondigliano coordinato dal dirigente aggiunto Andrea D’Apolito.

PUBBLICITÀ

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Controlli a Casandrino, sequestrati 700 quintali tra alimentari e carcasse di animali

Nella mattinata di ieri, gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto di personale del Reparto Prevenzione Crimine...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ