“Non mi sento un politico ma voglio fare qualcosa per i tanti ragazzi in difficoltà di questa città. Da anni alleno i giovani e mi sono reso conto dell’importanza dello sport e dei suoi valori per contrastare le devianze giovanili. In troppi in questa città hanno poche alternative alla strada e ai suoi pericoli, sento di dover restituire ai napoletani l’amore che hanno dato alla mia famiglia, un legame che non si spezzerà mai”. Lo ha detto Hugo Maradona durante la conferenza stampa che ha ufficializzato la sua candidatura, voluta dagli attivisti di Napoli Capitale in piazza Gabriele D’Annunzio a Fuorigrotta, con alle spalle la curva B di quello stadio intitolato all’indimenticabile Diego.

“La nostra squadra si arricchisce di persone che hanno a cuore l’interesse e il bene della gente – ha detto Catello Maresca – credo sia necessario l’apporto di chi come Hugo voglia davvero costruire un futuro diverso per Napoli e i suoi giovani. Lo Sport può rappresentare una valida alternativa di riscatto per tanti, una via di fuga dalle difficoltà per centrare obiettivi costruttivi – concluso il candidato a sindaco di Napoli per il centrodestra ”.

“Catello e Hugo amano Napoli, il loro impegno per la città è autentico – dichiara Enzo Rivellini, presidente di Napoli Capitale, in conferenza stampa non esitando a definirli eroi. Entrambi – ha continuato – da tempo sono impegnati nel sociale, fianco a fianco con le realtà più fragili. Anche Hugo si candida con le preferenze mettendosi in gioco senza paracadute, sarà a servizio della città solo se i napoletani lo vorranno”.

L’attacco di Sandro Ruotolo

Sandro Ruotolo, senatore Pd, in un post accusa Maradona della scelta. “Uno è Catello Maresca, il candidato sindaco di Napoli della destra di Salvini, Meloni e Berlusconi. L’altro è Hugo, uno dei fratelli di Diego Maradona, che si è candidato con Maresca. “Io sono sinistro, tutto sinistro: di piede, di fede e di cervello”. Lo diceva Maradona, quello vero. Giù le mani da Maradona, quello vero.”

Alessandra Clemente si dimette da assessore

Alessandra Clemente ha presentato oggi le proprie dimissioni da Assessore comunale con una nota inviata al Sindaco Luigi de Magistris. “Termina oggi la mia esperienza da assessore comunale. Negli ultimi otto anni ho svolto questo ruolo con tenacia, passione e abnegazione, non lesinando tempo ed energie in nome del mandato che mi è stato affidato, a servizio della città di Napoli. Ringrazio Luigi de Magistris per l’impareggiabile fiducia accordata nel 2013 a una ragazza di 25 anni, tutti i colleghi e il personale degli uffici del Comune che mi hanno accompagnato nel corso di questa lunga esperienza istituzionale.” E’ il primo commento di Alessandra Clemente

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.