25.7 C
Napoli
giovedì, Agosto 11, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Elezioni a Qualiano, intervista al sindaco De Luca: “Contro di me un’Armata Brancaleone”


Programmi, stoccate ai suoi competitors e stato dei conti del Comune. In quest’intervista ad Internapoli.it il sindaco uscente di Qualiano Ludovico De Luca spiega cosa intenderà fare in caso di riconferma all’ente di piazza del Popolo. La coalizione a suo sostegno è formata, attualmente, da Partito Democratico, Verdi, con De Luca per Qualiano, Intesa Popolare, Obiettivo Futuro, Con De Luca Sindaco, La Rinascita.

Quali temi affronterà nella sua campagna elettorale?

Sicuramente farò riferimento all’armata Brancaleone messa in piedi da alcuni miei competitors ed ovviamente punterò sulle cose concrete fatte. Abbiamo dato già dimostrazione di saper fare e quindi il programma della campagna elettorale si concentrerà su punti realizzabili, come abbiamo realizzato quello precedente».

Il programma elettorale è già pronto?

Lo stiamo elaborando, stiamo ascoltando i cittadini. Il programma sarà partecipato. Ci arrivano le istanze per una villa comunale fatta in modo diverso. L’idea è quella di realizzare un parco agreste, senza cemento. Esproprieremo del terreno al centro della città per la sua realizzazione. In questa consiliatura il Comune ha acquisito al patrimonio immobili abusivi, invece di demolirli. Li venderemo con un’asta pubblica e il ricavato di queste operazioni sarà utilizzato per l’esproprio e per investimenti immobiliari o beni patrimoniali. Questa è anche una risposta a chi ricorda come il Comune non abbia soldi.

In questa tornata elettorale sarà sostenuto da Pd, Verdi e alcune liste civiche. Il fronte potrà essere allargato? Ci sono trattative in atto?

Alle forze sane sicuramente. In politica le trattative non finiscono mai, nemmeno a coalizione chiusa. La politica è dialogo, confronto. Se ci sono persone che condividono il nostro programma a noi può fare solo piacere, sempre che siano persone sane. Noi accozzaglie non le facciamo.

Tra i suoi avversari c’è l’ex presidente del consiglio comunale Raffaele De Leonardis, una delle figure rimaste deluse dal suo quinquennio e che ha lasciato la maggioranza. Come valuta la sua candidatura?

Non pervenuto. Comunque non mi risulta che abbia lasciato la maggioranza perché negli ultimi consigli comunali ha dichiarato di non essere dell’opposizione».

 

 

Teme più De Leonardis o Michele Schiano di Visconti, indicato come il regista politico di quella coalizione?

Schiano non lo temo, perché lui negli ultimi 10 anni a Qualiano ha affisso manifesti funebri e preso voti ma alla città non ha portato nulla. A riprova di ciò, il fatto che i fondi noi li abbiamo avuti grazie all’interessamento di politici di altre zone. Schiano a Qualiano è riuscito ad ottenere un solo finanziamento di 100.000 euro che è stato speso, so bene da chi e lo sanno anche i cittadini, per un concerto del cantante Gigi Finizio.

 

Quali sono le opere realizzate pubbliche di cui va fiero?

La zona dell’Immacolata era quella più frequentata ma allo stesso tempo più degradata di Qualiano, oggi invece è riqualificata; il tetto fotovoltaico sulla casa comunale; la pista d’atletica alla scuola del rione Principe; il campetto di calcio alla scuola Don Bosco; il parcheggio realizzato alle spalle della scuola Salvatore Di Giacomo a servizio della biblioteca e la biblioteca stessa; il completamento del campo di calcio e quello dei campi da tennis; il rifacimento di alcune strade comunali; l’inizio dei lavori alla caserma dei vigili del fuoco. E potrei citarne altri.

Il suo obiettivo è vincere al primo turno?

L’obiettivo è quello di amministrare e poiché noi l’abbiamo già fatto vogliamo continuare. Dall’altra parte c’è chi ha disamministrato, pensando a mettere antenne ed affittare locali. Noi abbiamo tolto le antenne e riportare al Comune di Qualiano i vari uffici dislocati tutti intorno. Io ho pagato i debiti di chi c’era prima di me. Ho pagato un milione e mezzo di euro per gli espropri dei campi da tennis di decenni fa. Ho pagato 550.000 per i debiti della mensa che la precedente amministrazione ha incassato non dandoli però a chi forniva i pasti ai bambini. Ho pagato 2,5 milioni di euro di acqua potabile, pagando 23.500 euro al mese. Il giorno dopo l’insediamento sono andato alla Regione Campania a firmare quest’accordo, che stiamo puntualmente onorando, per mettere in condizione le famiglie di Qualiano di avere il canone di locazione che era stato bloccato. Ancora oggi abbiamo una pendenza in corso per 6 milioni di euro di acqua reflua. Abbiamo vinto la causa e ci hanno condannati al pagamento di 4 milioni, che noi riteniamo ingiusto poiché il depuratore di Cuma non ha funzionato. Sono sicuro vinceremo anche l’appello. Senza dimenticare le gare per la gestione del cimitero, prima di me si concedevano proroghe.

Come affronterà il problema della voragine di via Alcide De Gasperi?

Nessuno dell’opposizione ha messo lingua o penna se non per fare accuse. Se fossero stati così bravi potevano anche preoccuparsi di fare arrivare qualche finanziamento, come il nostro da 80.000 euro grazie al quale si è proceduto alla realizzazione di una porta di accesso alla voragine che non può essere tappata. La porta invece è utilizzata per accedere alle cavità sotterranee, ispezionarle e intervenire dove necessario. In 10 anni ci sono stati 3 cedimenti. Il caso ha voluto che per nessuno di questi 3 cedimenti ci siano state vittime. Nel sottosuolo di Qualiano ci sono cave di tufo dismesse e queste bocche potrebbero cadere anche in altre zone e perciò intervenire dove ci sono criticità. Qualche stupido dovrebbe sapere che la volta in tufo, che sostiene la superficie, ha delle incrinature che noi monitoriamo e per tale motivo le auto non possono circolarvi per non compromettere la staticità. Quando sono state realizzate le cave, sopra si è edificato al piano terra, primo piano ed eccezionalmente anche secondo piano. Oggi in quella stessa zona ci sono anche palazzine enormi che comunque vanno a gravare sulla volta.

I commercianti locali però dicono di avere problemi sul loro volume di affari…

Su questa faccenda, lo dico pubblicamente, c’è qualche consigliere comunale di maggioranza che piuttosto di adempiere al proprio ruolo è andato a sollecitare i commercianti della zona affinché facessero causa per risarcimento danni al Comune di Qualiano. Se io sono un amministratore mi preoccupo di trovare una soluzione, non di sollecitare un risarcimento danni.

E dunque quali soluzioni saranno trovate per via De Gasperi?

Non è detto che non si possa sviluppare il commercio in altro modo e creare opportunità di lavoro proprio perché lì c’è la voragine. Si deve lavorare per trasformare il problema in risorsa.

Anche negli ultimi tempi l’opposizione è tornata ad attaccare l’ amministrazione sui conti, pochi giorni fa è arrivata una diffida su uno dei bilanci comunali. 

È da quando assisto ai consigli comunali, cioè da quando avevo 13 anni, che arrivano le diffide per il bilancio e arriveranno anche quando avrò dei nipoti di quell’età.

La situazione finanziaria dell’Ente la preoccupa?

Noi abbiamo una coperta corta. O ci copriamo i piedi o ci copriamo la testa. O decidiamo di contenere le tasse dei cittadini o decidiamo di aumentare le tasse e fare cassa. Il Comune di Qualiano è pieno di debiti, ma si è cercato di non aumentare le tasse ai cittadini ed anzi uno degli ultimi provvedimenti contiene la riduzione dei costi e delle tasse della spazzatura a carico delle famiglie. La botte piena e la moglie ubriaca può sognarla soltanto qualcuno che sta all’opposizione, non noi che siamo al governo della città».

Tra gli argomenti che spesso si pongono nel dibattito politico, c’è la situazione economica della società Qualianomultiservizi con alcune lamentele anche dei dipendenti

 La multiservizi è il fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale per efficienza e disponibilità degli operatori, i quali spesso lavorano in condizioni di criticità assicurando comunque il servizio facendo si che i cittadini quando si svegliano al mattino trovano una città pulita. Certo, ci sono problemi gestionali legati alla questione economica perché una parte dei cittadini non paga e noi non riusciamo ad assolvere appieno il nostro compito di pagare la società. Continueremo a stanare gli evasori. A Qualiano abbiamo messo a regime tutti perché sino ad ora qualche studio professionale, forse legato a qualche amministratore, non pagava la tassa della spazzatura. Dall’anno scorso tutti sono stati messi a ruolo. In questo modo l’Ente è in condizioni di vincere le cause intentate da alcuni imprenditori per evitare di pagare. I nostri avvocati si sono costituiti in diversi giudizi, vincendoli tutti. Mi dispiace per quegli imprenditori che prima avevano una corsia preferenziale. Ora, grazie a noi, le tasse le pagano tutti a cominciare dai miei genitori che pagano regolarmente i tributi pur avendo un piccolo negozio.

Una delle vicende che la riguarda è l’indagine della magistratura per presunto voto di scambio alle scorse elezioni. Alcuni suoi avrebbero ricevuto generi alimentari come incentivo a sceglierla. Rappresenterà un boomerang per l’imminente campagna elettorale?

Si tratta di spese che io avrei fatto nella scorsa campagna elettorale. La magistratura sarebbe così deficiente da farmi governare 5 anni per poi processarmi per un reato ipoteticamente commesso? La questione è un’altra: questa vicenda la vuole tirare in ballo l’opposizione ma c’è da fare un’analisi e cioè che le altre amministrazioni ritenute responsabili di voto di scambio sono state sospese il giorno dopo. Si si sono avute amministrazioni che hanno votato con noi e sono poi state sospese per voto di scambio. A Qualiano non hanno sospeso nulla ed io ho governato 5 anni. Prima della magistratura e delle forze dell’ordine so io se sono o meno una persona onesta. Ed io so di essere una persona onesta.

E allora perché c’è un’indagine?

Quando poi mi chiamerà la magistratura a rispondere, ci sarà probabilmente anche da sorridere perché paradossalmente le persone che m’hanno fatto la denuncia sono le stesse incrociate da me dinanzi al Comune con membri dell’opposizione che confabulavano e si scambiavano documenti. Più che il sottoscritto forse è qualcun altro a dover chiarire.

Però è la parola Sua contro la loro. È sicuro di averne contezza?

 Il fatto stesso che noi ne stiamo parlando, vuole dire che c’è qualcuno che vuole strumentalizzare. Di sicuro non mi faccio tirare per la giacca su questa vicenda così come non l’ho fatto nel passato. Non credo che i 7500 voti da me avuti a Qualiano nella scorsa tornata elettorale siano 7500 buste della spesa regalate. Questa sarebbe un’offesa ai cittadini di Qualiano. Se poi ci sia stato qualcuno così sciocco da fare qualcosa del genere, io non lo so. Tutti quelli che partecipano alle elezioni sono persone linde e pinte, chi non lo è viene estromesso dalle forze dell’ordine.

Oltre ai 5 Stelle, uno dei suoi avversari sarà l’ex vicepresidente del consiglio comunale Antonio De Rosa sostenuto da liste di destra compreso, a quanto pare, Noi con Salvini. Qual è il suo giudizio?

De Rosa è un avversario corretto e leale che ha deciso 5 anni fa di fare la sua campagna elettorale. Lo ammiro per la sua tenacia, si sta impegnando molto. Non so che risultato avrà, ma rispetto a tanti altri lui merita rispetto come uomo e politico. Ha avuto sempre idee chiare, mentre c’è qualcuno che ha cambiato in poco tempo idea.

Il movimento DeMa non ha ancora sciolto la riserva. C’è interlocuzione anche con loro da parte Sua?

DeMa farà quello che riterrà opportuno, sino a questo momento governa con noi. Domenico Marrazzo (attuale presidente del consiglio comunale ndr.) è parte organica di questa maggioranza. Ad oggi sta con noi, se è così e si vota il 10 giugno io non credo che in questi meno di 60 giorni Marrazzo farà scelte diverse. Poi tutto può accadere. Al momento abbiamo 8 liste nella coalizione ed il numero è più che sufficiente. Io mi ricordo che il mio predecessore, Salvatore Onofaro, quando si candidò la volta scorsa aveva 9 liste a suo supporto ma poi io lo sconfissi. Fare questo apparato visivo non so a che cosa porti.

 

 

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Tangenti e regali per evitare controlli, indagati 11 finanzieri a Napoli

E ’accusato di aver corrotto undici militari della Guardia di Finanza con soggiorni di lusso, biglietti per le partite...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria