Elezioni Mugnano. Il Pd si spacca, lite su candidati a sindaco e delegazione

Una netta e forte spaccatura all’interno del Partito Democratico mugnanese: questo l’esito dell’attesa riunione tenutasi ieri sera che doveva servire per chiarire gli equilibri all’interno del centrosinistra e che invece ha finito solo a creare altra confusione.

Luigi Sarnataro ha sciolto ufficialmente la riserva sulla ricandidatura a sindaco comunicando la decisione agli attivisti del partito. Il primo cittadino uscente, dunque, come era prevedibile si aggiunge al presidente del Consiglio Pierluigi Schiattarella e all’ex segretario democrat Andrea Cipolletta i quali già nelle scorse settimane avevano annunciato apertamente la volontà di candidarsi a sindaco.

Le prime scaramucce tra i candidati

Già sabato scorso, durante la cerimonia di inaugurazione della rampa dell’Asse Perimetrale di Melito, sono emerse le prime scaramucce e dispetti tra il sindaco e il presidente del consiglio con dichiarazioni pepate e stoccate. Ma già da mesi Sarnataro e Schiattarella continuano lanciarsi frecciatine attraverso dichiarazioni pubbliche e post sui social.

SPACCATURA SULLA DELEGAZIONE TRATTANTE

Nella riunione di ieri è emerso un nuovo elemento di rottura all’interno del Pd in merito alla composizione della delegazione trattante. L’organo collegiale dovrà interfacciarsi con le altre liste e partiti per condurre le trattative politiche in vista delle prossime elezioni comunali. Momentaneamente è certa la presenza solo della segretaria Roberta Baiano. 

I dissidenti vorrebbero un organismo politico più agile mentre i sarnatariani lo vorrebbero garante di tutte le posizioni del partito. Schiattarella e Cipolletta avrebbero chiesto il coinvolgimento solo dei vicesegretari Antonio Miluccio e Domemico Palumbo.

Invece i sarnatariani auspicano la presenza del capogruppo Daniele Palumbo e del consigliere regionale Giovanni Chianese, quest’ultimo però ha rifiutato. Dopo la fumata grigia di ieri, i membri del partito torneranno a riunirsi la prossima settimana.

IL COMUNICATO DELLA SEGRETARIA DEL PD

La segretaria Roberta Baiano ha diffuso una nota dopo la riunione: “Da ieri la segreteria del Partito Democratico di Mugnano è completa e non posso che dirmi soddisfatta della sua composizione. Mi affiancheranno, infatti, due figure da me fortemente volute; espressione di qualità e spessore non solo personale, ma soprattutto politico, quali Antonio Miluccio e Domenico Palumbo. Il Partito Democratico comincerà tramite una apposita Commissione, già a partire da questi giorni, a lavorare alla creazione di un nuovo programma politico di centro-sinistra in vista delle Amministrative 2020. Proprio al fine della formazione di questa nuova proposta è invitata alla partecipazione e ad apportare un proprio contributo certamente arricchente, ognuno nella misura che sente e può, la cittadinanza tutta. Siamo già a lavoro per le Amministrative 2020“.

LA DECISIONE DI SARNATARO

Elezioni a Mugnano. Sarnataro scioglie la riserva e annuncia: “Mi ricandido a sindaco”