Enzo Dong salta il traffico, ma c’è chi lo difende: «E’ solo una bravata»

Enzo Dong, nella vita rapper e provocatore, ha sempre fatto parlare di sè. Classe ’90, cresciuto nella periferia di Napoli, Enzo fa discutere. Per il modo irriverente di fare musica, per essere, semplicemente, se stesso nonostante tutto.

Nelle sue storie di Instagram ci si può trovare di tutto, ma quelle di qualche giorno fa hanno fatto più clamore di altre. Impazza sul web il video in cui il rapper, in macchina con amici e nel traffico, mette in play l’audio di una sirena della polizia per passare oltre. E ci riesce. Molti hanno letto una sorta di menefreghismo nei confronti delle regole, e in ogni cosa che fa subentra il commentatore di turno che esordisce con ‘Ma non pensi all’esempio che dai ai tuoi fan?‘.

Ma “Enzo Dong non si è mai eletto a principe della giustizia. Non ha mai detto ‘Fate ciò che dico’. E’ un ragazzo che fa musica, e la fa a modo suo. Troppo spesso si dà la colpa a qualcuno solo perchè ha seguito sui social. Troppo spesso si cercano giustificazioni facili, e si individua un capro espiatorio a caso. Quella di Enzo è una bravata, si. Poteva evitare, probabilmente. Ma le azioni di tutti vanno lette per ciò che sono, con raziocinio: è un ragazzo che ha saltato una fila. Punto. E’ irriverente per definizione, è insolente, è sfacciato: è, senza mezzi termini, il beffardo principe di Secondigliano“.