estate covid rezza ministero fattori
La foto del Direttore Gianni Rezza

“Estate serena con vaccini e restrizioni”, cresca la fiducia dal Ministero della Salute. Oggi si è tenuta la conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale Covid-19 della Cabina di Regia. Presenti il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro e il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza. I tecnici hanno tenuto conto dell’andamento dell’epidemia a partire dalle proiezioni elaboratore dagli esperti.

C’è un decremento della curva dei casi, soprattutto, negli operatori sanitari per effetto della vaccinazione. Per i focolai nelle rsa il decremento continua. Il dato nazionale Rt è 1,08, quindi siamo al rallentamento. La curva dei deceduti purtroppo è in ricrescita. Però adottando misure restrittive si possono modellare le curve e contenere la diffusione del virus. Speriamo che la circolazione possa essere ridotta e adottare misure di rilassamento“, dichiara Brusaferro.

SPERANZA PER L’ESTATE

“C’è una diminuzione del Rt così come nei casi degli operatori sanitari per effetto delle vaccinazioni. Inoltre incidono anche le misure restrittive con le quali si riesce il contenimento del virus. La variante inglese è diventa predominante ma si contiene. C’è anche l’aumento dei posti di terapie intensive e in area medica, purtroppo si sono accumulate infezioni nelle scorse settimana. Purtroppo i decessi sono ancora elevati. Nel frattempo è importante l’accelerazione della campagna vaccinale. Con la buona stagione, le misure di controllo e le vaccinazioni speriamo di condurre un’estate serena. Intanto vogliamo rendere covid-free le strutture ospedaliere. Ci piacerebbe una vaccinazione del 100% della popolazione, ma già il 70% è un ottimo risultato“, sostiene Rezza.

IL MINISTRO DEL TURISMO

“Quando arriverà la bella stagione saremo tutti in zona gialla e quindi vivremo l’estate come l’anno scorso senza tanti problemi. Nel mentre proseguirà anche la campagna vaccinale e questa sarà la grande novità rispetto all’anno scorso. Non ci sono motivi che ci lascino pensare che quest’estate sarà diversa dalla scorsa. I problemi creati dalla scorsa estate? Li eviteremo con controlli e tamponi, oltre che grazie ai vaccini. Discoteche all’aperto con certe regole? Perché no. Con la massima sicurezza da aprile in poi iniziamo ad aprire tutto”. Così il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia a ‘The Breakfast Club’ su Radio Capital.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.