Estorsione al presunto complice della truffa, scarcerato Rosario Di Napoli

Di Napoli Rosario
Il Tribunale di Napoli, Nona Sezione Collegiale, presidente Dott. Guglielmo, ha disposto la scarcerazione di Rosario Di Napoli Rosario, difeso dall’Avv. Dario Carmine Procentese.  Era accusato di plurimi episodi di estorsione aggravata, di alcuni tentativi di estorsione nonché della detenzione ed il porto illegale in luogo pubblico di un’arma.
Secondo l’accusa, Di Napoli  avrebbe reiteratamente richiesto ed ottenuto denaro da un soggetto che con lui avrebbe perpetrato la truffa della telecom incassando una cifra di circa duecentomila euro. Il presunto  avrebbe trattenuto per sé senza dividerne i proventi.
Secondo la capillare indagini compiuta dai Carabinieri di Napoli – Stella, Di Napoli Rosario avrebbe tra il novembre ed il dicembre del 2018 estorto una somma di 5000 euro al complice.
L’attività di indagine compiuta dai Carabinieri ha trovato puntuale riscontro nelle intercettazioni telefoniche e nelle denunce delle persone offese le quali esasperate dalle reiterate richieste del Di Napoli avrebbe deciso di denunciarlo consentendone l’arresto.
Tuttavia, nonostante la meticolosa attività investigativa, le persone offese nel corso del dibattimento hanno palesato profonde incongruenze rispetto agli elementi raccolti nel corso delle indagini.
Su tale dato, il Tribunale di Napoli, ha deciso accogliento le richieste avanzate dall’ Avv. Dario Carmine Procentese difensore di Di Napoli Rosario di concedergli la misura degli arresti domiciliari.