Funivia caduta, il dramma del piccolo Eithan: ha perso mamma, papà e fratellino di 2 anni
Funivia caduta, il dramma del piccolo Eithan: ha perso mamma, papà e fratellino di 2 anni

Restano gravi le condizioni del bambino di 5 anni, Eithan, unico sopravvissuto all’incidente della funivia del Mottarone. Ricoverato all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dopo l’intervento di ieri la prognosi resta riservata. Al momento il piccolo è intubato e sedato. In ospedale, nella tarda serata di ieri, è arrivata la zia del bambino, sorella del padre che nell’incidente è morto con la moglie e con l’altro figlio di due anni (nella foto, sotto). La famiglia, di origini israeliane, viveva nel Pavese.

Le parole della zia del piccolo Eithan, il piccolo è in gravi condizioni dopo la caduta della funivia Mottarone

«Non sapevamo dove si trovasse, abbiamo capito che si trattava di lui quando abbiamo visto che non era nell’elenco delle vittime», ha detto Aya Biran, la zia del bimbo che sta lottando tra la vita e la morte e che nello schianto della funivia ha perso il fratello mit, sua cognata Tal Peleg e il nipotino Tom di soli due anni, che vivevano a Pavia.

Le parole di un soccorritore

«Quando alle 12.30, forse qualche minuto prima, mi ha chiamato un volontario della croce rossa ho capito subito che dovevo andare lì. Stavo facendo un giro in bici a Fondotoce, una frazione della stessa Verbania, sono rientrato il più velocemente possibile e ora sto aspettando un elicottero che mi porterà sul posto. Spero di arrivare che sia quasi tutto sistemato, almeno dal punto di vista corpi, il mio vice mi ha detto che stavano lavorando alacremente per spostare le salme».

 

 Il lutto del sindaco di Stresa

È un lutto per tutta la comunità. Il bilancio al momento è di dodici vittime e tre feriti. In questo momento i soccorritori sono ancora al lavoro». A dirlo all’Adnkronos il sindaco di Stresa Marcella Severino che si trova sul luogo dove è precipitata la cabina della funivia sul Mottarone. «Appena sono stata informata sono corsa qui e ci siamo trovati davanti a una tragedia», racconta la sindaca. La funivia «che è gestita da una società aveva subito negli anni scorsi degli interventi importanti. Da quello che abbiamo appreso finora a spezzarsi è stata un cavo – aggiunge – ma ora saranno le indagini ad accertare cosa è avvenuto».

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.