Meno di tre anni per costruire due palazzine, una corte attrezzata con giostrine, pannelli solari, box auto e cantina: i nuovi alloggi di edilizia residenziale popolare realizzati dal Comune di Napoli sono stati consegnati alle famiglie assegnatarie a Ponticelli.

Nuovi alloggi di edilizia residenziale popolare per 32 nuclei familiari che dal post terremoto del 1980 erano sistemati nel cosi detto campo evangelico di Ponticelli. Gli alloggi, realizzati dal Comune di Napoli con risorse proprie e fondi del Pon Metro per un investimento complessivo di poco superiore ai 4 milioni di euro, si trovano in via dell’Odissea a pochi passi dalle vecchie sistemazioni delle famiglie. Una scelta, quella di costruire le nuove case nella medesima area, motivata – ha spiegato l’assessore comunale, Monica Buonanno – «per consentire loro di mantenere la propria identità territoriale e per i bambini il legame con la comunità scolastica».

La costruzione degli alloggi è iniziata nel 2016. Oggi le famiglie, che sono entrate nelle case all’inizio di dicembre 2019, sono state ricevute a Palazzi San Giacomo dal sindaco Luigi de Magistris, dall’assessore Monica Buonanno e dal presidente del Consiglio comunale Alessandro Fucito. «Noi riteniamo che il diritto alla casa sia fondamentale ed è fondamento della dignità dell’uomo – ha detto de Magistris – Oggi vi abbiamo voluto qui per suggellare anche dal punto di vista formale il raggiungimento di questo importante risultato ed è nostro impegno provare a non lasciare nessuno indietro nonostante le tante difficoltà e l’insufficienza delle risorse economiche del nostro ente che è in regime di predissesto».

Il sindaco, nel prendere l’impegno a recarsi personalmente agli alloggi, ha sottolineato che «anche nelle nostre interlocuzioni con il governo portiamo avanti battaglie che sono per l’affermazione dei diritti dei cittadini». Gli alloggi sono ubicati in due palazzine al cui interno si trova una corte attrezzata con giostrine per i bimbi. Le palazzine sono dotate di pannelli solari per l’efficientamento e il risparmio energetico, box auto e cantina per ogni appartamento. Le case, la cui metratura varia tra i 75 e i 95 metri quadri, sono realizzate con finiture moderne. Gli inquilini pagano canoni compresi tra i 40 e i 70 euro al mese in base al reddito, alla composizione del nucleo familiare e alla metratura ed hanno avuto accesso agli alloggi in base a una graduatoria. L’iter di assegnazione si è svolto presso gli uffici comunali di piazza Cavour con il coinvolgimento dell’Agenzia sociale per la casa, struttura incardinata presso le politiche per la casa.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.