Il tratto maledetto dell’A1: Tony, Maria ed Angelo come Genny, Luigi ed Enzo. Napoli piange i suoi figli

La morte di Angelo, Antonio e Maria, i tre giovani rimasti vittima nel tragico incidente avvenuto la notte tra domenica e lunedì sull’A1 nello svincolo tra Acerra ed Afragola, porta inevitabilmente al ricordo di Genny, Luigi e Vincenzo. Poco più di tre anni fa, nel febbraio del 2016, i tre giovani morirono nello stesso tratto di autostrada. Erano a bordo di una Fiat 500 con altri due amici quando la vettura, dopo essersi scontrata contro il guardrail, si ribaltò più volte. Vincenzo e Genny, di 18 e 19 anni, seduti sul sedile posteriore, a causa del violento impatto furono catapultati fuori dalla vettura a cento metri di distanza e morirono sul colpo. Dopo nove giorni morì anche Luigi.

Un destino crudele che unisce sei giovani vittime. Dopo Antonio e Maria morti sul colpo, oggi si è spento anche Angelo, dopo 4 giorni di agonia all’ospedale Cardarelli di Napoli.