Insigne è un caso: i fischi e le lacrime. La reazione dei compagni di squadra è commovente

Al minuto sessanta Insigne esce tra i fischi del San Paolo. L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ricostruisce quanto accaduto dopo un’ora di gioco: per il quotidiano, il capitano non ha sopportato la scelta di Ancelotti, individuato da Insigne come responsabile del dissenso del pubblico. Ma l’allenatore, a sua volta, non ha gradito un gesto, ovvero il rientro anticipato di Insigne negli spogliatoi. In conclusione, il quotidiano afferma: “Già nelle giornata di oggi potrebbe esserci un confronto tra le parti. Insigne è insoddisfatto, pretenderà maggiore rispetto se si vorrà continuare ad andare avanti insieme. Diversamente, sarà lui stesso a mettersi in discussione e ad aprire ad eventuali operazioni future di mercato. L’impressione è che tra lui e il Napoli il feeling non è più quello degli ultimi anni. Qualcosa, inevitabilmente, s’è rotto”.

Serata da dimenticare, quella di ieri, per Lorenzo Insigne. Tanti errori, la sostituzione dopo un’ora e i fischi del San Paolo. Voto 5.5 per il capitano del Napoli sull’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport: “Prova a spaziare su tutto il fronte, qualche verticalizzazione e poi piovono i fischi alla sostituzione. Prende malissimo la scelta del tecnico, lasciando anzitempo il campo”. Voto 5, invece, per il Corriere della Sera: “Come all’andata, sbaglia un gol facile facile, esce e si becca anche i fischi”.Identica valutazione anche per Il Mattino: “Fa tunnel a Xhaka ed è una delle poche cose buone. Parte nervoso, però i suoi guizzi danno qualità alle giocate offensive. Preso il gol, torna di nuovo a perdere la pazienza. Nella ripresa è tra i primi a mollare. Esce dopo un’ora e non gradisce affatto”.

C’è da sottolineare però che tutti i compagni di squadra hanno voluto rincuorare Insigne sia nello spogliatoio, dove è arrivato quasi in lacrime e affranto, sia davanti ai microfoni, dove tutti hanno speso belle parole per il campione di Frattamaggiore.