Elezioni Giugliano. Intervista a Giuseppe Ferraro (Pd): “Mi candido per spezzare la catena del clientelismo. Più attenzione alle aree interne del litorale”

Giuseppe Ferraro, detto Pino, candidato al consiglio comunale nella lista del Pd
Giuseppe Ferraro, detto Pino, candidato al consiglio comunale nella lista del Pd

Membro della segreteria e iscritto al Pd da più di 10 anni. Dopo la lunga militanza all’interno dei Democrat, per Giuseppe Ferraro, detto Pino, adesso c’è una nuova sfida, quella per un posto in Consiglio comunale. Ferraro, 50 anni, dipendente di una grande multinazionale, è alla sua prima candidatura nella lista del Partito Democratico ma ha le idee chiarissime. “Voglio spezzare la catena di clientelismo che attanaglia il Comune di Giugliano”, dichiara Ferraro. “Molti si pensano che il Municipio sia una gallina dalle uova d’oro. Basta vedere alcune liste per accorgersi che per alcuni si tratta di una corsa all’incarico piuttosto che ad uno scranno in Consiglio comunale. Si guarda all’interesse dei singoli e di pochi e non, invece, a quelli collettivi. Bisogna interrompere quest’andazzo puntando sull’onestà e la trasparenza”, dichiara Ferraro. “Non serve proporre agli elettori un libro dei sogni, ma idee concrete, chiare, decise e immediatamente esecutive”. 

Tra le priorità del candidato Pd c’è il rilancio della parte interna del litorale giuglianese. “Spesso quando si parla di fascia costiera ci si concentra solo sui lidi e il mare, mentre c’è tutta l’area interna che va valorizzata. In particolar modo mi riferisco alle zone dove ci sono i grandi campeggi che dovebbero essere inclusi nel Piano Spiagge”. 

Giuseppe Ferraro promette attenzione ad un quartiere popolare di Giugliano, quello di Camposcino, a lui tanto caro: “Mio suocero Tammariello si è battuto tanto per la zona e ancora oggi lavora gratis per sistemare un campetto comunale che è stato abbandonato dalla vecchia amministrazione. Prometto di tenere alta l’attenzione sui bisogni della gente del quartiere di Camposcino che merità serenità e strutture all’altezza, gestite in modo adeguato”. Per il candidato del Pd c’è bisogno anche di più decoro e sicurezza nel centro storico: “E’ necessario implementare la macchina amministrativa e il corpo dei vigili urbani, spesso le strade del centro diventano preda di giovani bulli. Anche questa piaga va fermata, anche con l’aiuto dello Stato Centrale. La presenza dei ministri Provenzano e Guerini è la dimostrazione che il Pd nazionale ha grande attenzione su Giugliano”. 

Infine l’appello al voto: “Invito gli elettori a votare Nicola Pirozzi sindaco di Giugliano. E’ una persona competente, preparata ma soprattutto onesta. E li invito a mettere una croce sul mio nome, non deluderò le vostre aspettative”. 

Giuseppe Ferraro e Nicola Pirozzi