28.5 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Juve-Napoli a rischio rinvio, azzurri e bianconeri decimati da Covid e infortuni


Il 6 gennaio si avvicina e con lui, oltre alla befana, anche la partita più importante di questo inizio anno in casa Napoli. Il giorno dell’epifania gli azzurri voleranno a Torino per sfidare la Juventus in quello che sembra essere il primo crocevia della stagione. Purtroppo, gli uomini di Luciano Spalletti arriveranno al big match decimati da Covid, squalifiche e infortuni.

La situazione in casa Napoli

L’assenza più pesante è sicuramente quella di Victor Osimhen, che dopo aver recuperato dal brutto infortunio al volto rimediato lo scorso novembre contro l’Inter, è dovuto rientrare ai box a causa di una nuova positività (dopo quella dello scorso anno) al Covid. Insieme a lui sono risultati positivi al tampone anche Lozano ed Elmas e, dunque, anche loro saranno assenti contro la Juve. Convocati in Coppa d’Africa dalle rispettive nazionali, guarderanno la partita alla tv anche Anguissa, Koulbaly e Ounas. Fascia sinistra tutta da reinventare per Luciano Spalletti: out Mario Rui a causa di una squalifica rimediata contro lo Spezia, mentre Insigne, guarito dal Covid, non ha ancora ricevuto l’idoneità sportiva per tornare ad allenarsi con i compagni. Idoneità ricevuta invece da Fabian RuizPetagna che, insieme a Malcuit, sono risultati negativi all’ultimo tampone effettuato. Tutti e 3 si candidano ad una potenziale maglia da titolare contro i bianconeri.

La situazione in casa Juve

Se il Napoli volerà a Torino in piena emergenza, in casa Juve la situazione sembra non essere oltremodo idilliaca. Non saranno della partita infatti, tra positività al Covid e infortuni, Danilo, Bonucci, Pinsoglio, Arthur, Chiellini, Pellegrini e Kaio Jorge.

Il match a rischio rinvio: le parole di Carlo Picco, direttore dell’Asl di Torino

Al di là delle assenze tra le file degli azzurri e dei bianconeri, il match dell’Allianz Stadium tra Juventus e Napoli è sempre più a rischio. Un’ulteriore conferma arriva da Carlo Picco, direttore dell’Asl di Torino.

“Sto seguendo tutta una serie di problematiche relative all’incremento di ricoveri e terapie intensive, alla campagna vaccinale. Tutte situazioni che stanno creando una tempesta perfetta sul sistema sanitario che stiamo cercando di gestire. L’aspetto sportivo mi interessa, è seguito, ma se si giocherà Juve-Napoli non lo so. Queste le parole di Carlo Picco, direttore dell’ASL di Torino, intervenuto a Radio Punto Nuovo: “Juventus? Non ho fatto nessun focus sulla situazione.

“L’obbligo di restrizione per i no-vax è già scattato nel mondo sanitario, si sta espandendo ed è giusto per spingere tutti alla vaccinazione, ha aggiunto. “Abbiamo potuto fare una serie di eventi sportivi importanti a Torino, tra Coppa Davis, Nations League, in condizioni di sicurezza. In quel caso c’era ancora la possibilità di partecipare tramite tampone. Oggi con il Super Green Pass il mondo dello sport si dividerà in due parti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Turista rapinata del Rolex a Napoli, 33enne preso dopo la fuga al mare

Turista rapinata del Rolex a Napoli, l'assalitore preso dopo la fuga al mare. Stamattina personale della Polizia di Stato...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria