Il 'magico' urlo di Chiellini che ci ha fatto vincere l'Europeo Kiricocho
Il 'magico' urlo di Chiellini che ci ha fatto vincere l'Europeo Kiricocho

Il ‘magico’ urlo di Giorgio Chiellini che ci ha fatto vincere l’Europeo: “Kiricocho”. Ancora ore dopo il trionfo a Wembley si sono scatenati i dietrologi di tutta Italia e del Mondo. Abbondavano l’ironia e le credenze, soprattutto, dopo il rigore decisivo sbagliato dal calciatore Boukayo Saka.

IL RITO SCARAMANTICO DEL KIRICOCHO

In molti si sono interrogati sul significato Kiricocho e pare sia legato a un’antica leggenda che arriva dall’Argentina. Secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, la leggenda narra che quando Kiricocho, un tifoso dell’Estudiantes de la Plata, assisteva agli allenamenti della squadra, accadeva qualche disgrazia.

Dopo aver saputo di questi episodi inspiegabili, il tecnico dell’Estudiantes, Carlos Biliardo, decise di dare un vero e proprio incarico a Kiricocho, quello di accogliere gli avversari. Con il trascorrere degli anni, la leggenda si diffonde anche in Europa. La parola misteriosa viene spesso pronunciata come rito quando si vuole portare sfortuna ai rivali. Ecco che Giorgio Chiellini, venuto a conoscenza di questa credenza, decideva di pronunciarla poco prima del rigore decisivo.

TRA MUSICA E MAGIA, I TORMENTONI DELL’ITALIA

Dopo la vittoria agli Europei i giocatori dell’Italia non hanno potuto resistere alla canzone neomelodica in occasione dei festeggiamenti per la vittoria dell’Europeo. Nei filmato vediamo cantare Giorgio Chiellini, Francesco Acerbi, Bryan Cristante, Leonardo Spinazzola e Salvatore Sirigu. Si tratta della canzone Ma quale dieta cantata dall’artista-pescivendolo Luca il Sole di Notte.  

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.