18.4 C
Napoli
sabato, Maggio 18, 2024
PUBBLICITÀ

L’Italia approva il nuovo Piano per le pandemie: “I vaccini sono la misura più efficace, lockdown solo in casi estremi”

PUBBLICITÀ

Il governo ha ultimato l’aggiornamento del Piano pandemico 2024-2028. Il documento, in versione di bozza è in attesa dell’accordo finale in Conferenza Stato Regioni e aggiorna il precedente Piano in scadenza il 24 gennaio. Questo dovrà sottoscrivere i passaggi da seguire in caso di una prossima pandemia.

Dopo l’esperienza del Covid, si riconoscono i vaccini come la misura “più efficace” e si conferma il ricorso alle restrizioni delle libertà personali in caso di necessità il lockdown è la misura estrema. Importante è non farsi cogliere impreparati di fronte a una nuova pandemia.

PUBBLICITÀ

Nuovo Piano Pandemico 

Una nota del Ministero della Salute sottolinea che: “nei tempi previsti una bozza di ‘Piano strategico operativo per la preparazione e risposta a una pandemia da patogeni a trasmissione respiratoria a maggiore potenziale pandemico’, il primo piano pandemico allargato a tutti i patogeni respiratori“.

Vaccini le misure preventive più efficaci” e “definisce un approccio metodologico che può essere applicato a pandemie con diverse caratteristiche epidemiologiche“. I vaccini sono indicati come “le misure preventive più efficaci, contraddistinte da un rapporto rischio-beneficio significativamente favorevole“. Si precisa che “nella comunicazione di una eventuale campagna vaccinale pandemica, devono  essere opportunamente chiariti i limiti della vaccinazione, che deve essere comunque affiancata dall’adozione di buone norme di prevenzione volte al contenimento del contagio“.

Il lockdown si conferma come misura estrema: “necessario imporre limitazioni alle libertà dei singoli individui al fine di tutelare la salute della collettività“. “Eventuali restrizioni alla libertà individuale – si legge – devono rimanere in vigore solamente lo stretto necessario ed essere proporzionate sia alla probabilità sia all’entità dell’evento, affinché i rischi e i danni che potrebbero derivare per i singoli individui siano contenuti e inferiori al beneficio collettivo auspicato“. “L’isolamento di intere comunità o l’interruzione di alcune attività sociali, come la scuola in presenza, può costituire un mezzo per limitare i contagi ma anche l’esperienza del Covid-19 ha mostrato come sia difficilmente sostenibile per lunghi periodi senza conseguenze sia sul benessere della popolazione che sulla sostenibilità economica“.

Sono cinque i principali obiettivi fissati: ridurre gli effetti di una pandemia; consentire azioni appropriate e tempestive; ridurre l’impatto della pandemia sui servizi sanitari e sociali; tutelare la salute degli operatori sanitari; informare e responsabilizzare la comunità.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Buone ragioni per comprare un climatizzatore Daikin

Daikin è di certo uno dei brand più affidabili nel settore dei climatizzatori per uso residenziale. Parliamo, infatti, di...

Nella stessa categoria