Loredana Simioli, oggi avrebbe festeggiato 46 anni. La dedica di Gianni

Loredana Simioli oggi avrebbe compiuto 46 anni. L’attrice napoletana – scomparsa il 26 giugno 2019 – è infatti nata il 26 febbraio del 1974. Amante del mondo dello spettacolo, ha intrapreso questo percorso insieme al fratello Gianni. Quest’ultimo si è poi dedicato alla radiofonia, ma è comunque diventato famoso grazie alla trasmissione “Telegaribaldi”. Qui – insieme a Biagio Izzo – Gianni pensava alla conduzione, mentre Loredana interpretava ‘Mariarca’, ragazza in grado di interpretare gli stereotipi dei quartieri e che, al tempo stesso, si sfogava contro le rivali al finto citofono.

Loredana era riuscita a ben figurare anche sul grande schermo. Dopo aver recitato nel film di Matteo Garrone, ‘Reality’, in tempi più recenti ha avuto un ruolo in ‘Troppo napoletano’, dove vestiva i panni della “zia Maria” del protagonista.

Stamattina, Gianni Simioli, ha voluto ringraziare le persone che hanno avuto un pensiero per la sorella:  “Oggi è il compleanno di mia sorella. Grazie a quanti la stanno dolcemente e teneramente ricordando“. Loredana era affetta da un brutto male dal 2017 e contro il quale ha lottato fino all’ultimo. In un video, intitolato “Io non ho vergogna”, ha anche parlato della sua battaglia personale e invitando le persone che vivono nella sua stessa situazione a non mollare.

Purtroppo, pochi giorni fa, ha perso la vita anche Tullio, l’ex marito e padre di Marta, figlia dell’attrice.

Loredana Simioli e Mariarca

Loredana Simioli era diventata famosa nei suoi esordi giovanili con il personaggio di Mariarca interpretato nel fortunato programma televisivo cult “TeleGaribaldi”,  programma nato nel 1996 da un’idea dei comici Lino D’Angiò e Alan De Luca. I due comici conducevano una specie di telegiornale, diffondendo notizie, e di volta in volta collegandosi con diversi personaggi, alcuni dei quali interpretati da loro stessi mediante travestimenti. Inizialmente essi rappresentavano personaggi pubblici, determinati gruppi o comunque minoranze di Napoli, come tossicodipendenti, immigrati, professori, falsi cartomanti.