Maxi concorso all’Asl Napoli 2: misurata la febbre a candidati a rischio coronavirus

Foto di repertorio

Si sono svolti regolarmente i test di selezione dei concorsi banditi dalla ASL Napoli 2 Nord per psicologi, tecnici di laboratorio e tecnici della prevenzione.
In tempi di emergenza da coronavirus, per garantire la massima sicurezza ai concorrenti, l’Asl ha allestito un banco di registrazione dedicato a quanti provenivano da fuori regione. A loro, circa 40, un infermiere e un medico hanno somministrato un questionario, finalizzato a raccogliere informazioni circa la zona di provenienza.

Ai concorrenti provenienti da zone a rischio è stata misurata la febbre. Il protocollo adottato prevedeva che al di sopra dei 37, il medico e gli infermieri avrebbero invitato il candidato a chiamare il 118. Alla selezione si sono presentati 3mila concorrenti da tutta Italia.

Chi supererà i test svolti sarà ammesso alle prove di concorso.
Le operazioni si sono svolte con regolarità ed in un clima sereno e i concorrenti campani hanno assicurato un’accoglienza “calorosa e cordiale” ai colleghi di altre regioni.