Meningite al centro commerciale ‘Vulcano Buono’ a Nola, la bufala corre su WhatsApp

La dinamica è sempre la stessa. Un audio falso che per alcuni diviene verosimile e che viene fatto rimbalzare di cellulare in cellulare nei vari gruppi WhatsApp. L’ultimo caso è quello della bufala sulla meningite contratta dalla bimba di Nola, la piccola Sofia deceduta, al centro commerciale Vulcano buono. L’audio, che ha creato panico e allarme sociale, riporta la notizia falsa secondo cui  i medici dell’ospedale Cotugno di Napoli dove la stessa era stata ricoverata, ritengono che la bimba sarebbe stata contagiata proprio presso il centro commerciale del nolano. Inoltre l’interlocutrice che dirama la bufala afferma che lo stesso Centro Commerciale, invitato a chiudere per effettuare la disinfestazione dei locali, si sarebbe rifiutato e invita le mamme, i genitori ed i figli a non recarsi al Centro Commerciale per i prossimi 15 giorni. Tutto falso e smentito dall’ospedale napoletano. Una bufala creata ad arte giocando sul dolore di una famiglia che in queste ore sta accompagnando la loro piccola al cimitero, e naturalmente per creare un danno economico al Centro Commerciale in favore di chi sa quale altra struttura, proprio nel periodo pasquale dove l’afflusso sarà maggiore.