Quantcast
7 C
Napoli
domenica, Febbraio 5, 2023
Pubblicità

Mertens tra presente e futuro: “A Napoli mi sento un re, ma già so dove vivrò”

Pubblicità

Dopo la doppietta con cui ha portato il Napoli alla vittoria domenica scorsa all’Olimpico contro la Roma ed essere arrivato a 100 gol in Serie A, Dries Mertens è volato in Belgio.  Con la maglia della nazionale affronterà i prossimi impegni per le qualificazioni ai Mondiali del 2022 in Qatar. Proprio dal ritiro della sua nazionale, il campione belga ha parlato ai microfoni di HLN della sua vita a Napoli e del suo futuro una volta appesi gli scarpini al chiodo.

Le parole di Dries Mertens

“A Napoli mi sento un re, sto vivendo una favola. Ma so anche che basta poco per perdere il trono”, ha detto Mertens che poi ha parlato del futuro da non calciatore. “Dopo il ritiro vivrò in Belgio, vedo troppo poco i miei nipotini. Ho parlato con Kate del nostro bellissimo appartamento a Napoli, vorrei tenerlo ma credo che sarà difficile”. Riguardo a cosa farà quando appenderà le scarpette al chiodo, ‘Ciro’ ha dichiarato: “Fare l’allenatore è troppo stressante, i tecnici sono sempre stanchi. Per ora voglio giocare a calcio. Fino ai 40 anni? A volte sì, a volte no, non lo so ancora. Certe volte penso che smettendo adesso, non avendo figli, potrei viaggiare con mia moglie e scoprire tante cose”. 

Pubblicità

Le parole sul futuro a Napoli

“La chiave del mio successo è stata continuare a lottare e non mollare mai. Anche a Napoli ho avuto periodi in cui ero in panchina. È dura, ma è così. Sono orgoglioso di tutto quello che ho realizzato. Non mi sarei mai aspettato di diventare un vero calciatore professionista”

L’attaccante azzurro ha ancora tanta voglia di giocare

“Più partite gioco, meglio è. La carriera di un calciatore è così breve. Devi goderti ogni momento. Odio quando siamo fuori dalla Champions o dalle coppe con il Napoli. Hai settimane con una partita. Questo ha i suoi vantaggi: posso fare cose carine con Kat. Ma poi, quando la mia carriera sarà finita, rimpiangerò tutte quelle partite non giocate”. 

 

Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità

Ultime Notizie

Disarmato e con i santini in tasca, il killer della ‘ndrangheta aspettava il taxi

Massimiliano Sestito non era armato, era da solo davanti alla stazione della Circumvesuviana e aspettava un taxi. Aveva il...

Nella stessa categoria