Metropolitana di Napoli. “Uscite subito”, passeggeri costretti a scendere immediatamente

Stamattina alle ore 6.30 circa un treno della Linea 1 della Metropolitana di Napoli, gestita da ANM, partito poco prima da Piscinola si è bloccato nella fermata di Frullone, ad una prima analisi sembrerebbe per un guasto al sistema di frenatura.

Nonostante i numerosi tentativi di ripristino effettuati sul posto, non si riusciva a far ripartire il treno, pertanto i Dirigenti Centrali dalla Sala Operativa (DCOT) sono stati costretti a sospendere la circolazione dei treni sull’intera tratta, a far allontanare i passeggeri dalle stazioni ed approntare un treno di “soccorso” e trainare quello guasto fino in officina. Solo alle 7.30 dopo aver completato tutte queste operazioni i DCOT hanno potuto far riprendere la circolazione regolarmente sull’intera tratta.

Questa è una delle tante situazioni di difficoltà in cui si dibatte il personale operativo di Anm, queste sono le condizioni in cui siamo costretti a lavorare ogni giorno ed è questo servizio di trasporto scadente che l’azienda offre quotidianamente alla nostra città.

Credetemi, stamattina è stato fatto l’impossibile per riaprire quanto prima la linea al pubblico sia da parte dei macchinisti che dei DCOT, proprio per evitare ulteriori disagi ai nostri concittadini, per questo non possiamo consentire a nessuno di offendere i nostri colleghi e strumentalizzare le notizie così come sta accadendo in questi giorni.

Sulla linea 1 della Metropolitana oggi lavorano persone con esperienza trentennale, molti di loro provengono anche delle FS, e se Napoli oggi può usufruire del servizio metropolitano è solo grazie a questi professionisti, e lo stesso discorso vale anche per i bus e funicolari“, dichiara Fabio Cuomo Vice Segretario Regionale OR.S.A. Trasporti-Tpl Campania