Agenti presi d’assalto dalla babygang a Napoli, il questore: “Già identificati e denunciati”

Non si è fatta attendere la risposta del questore di Napoli, Alessandro Giuliano, in seguito all’aggressione di una babygang ai danni di una pattuglia della polizia nel Borgo Sant’Antonio Abate. “Posso solo complimentarmi con i miei uomini per la straordinaria prova di freddezza e sangue freddo dimostrata in quei momenti – ha affermato il questore tramite il Mattino – Condivido la scelta di non caricare un gruppetto di ragazzini, che nel frattempo sono stati tutti identificati e denunciati. Tirare pietre e bastoni contro la polizia è inaccettabile, chi si è reso responsabile di questi comportamenti ne risponderà di fronte alla giustizia. C’è un prequel che non si vede nel video diffuso dai social: la polizia era già intervenuta a impedire le fiamme, bagnando le cataste di legno, come in altre zone della città. A quel punto l’operazione era terminata, non si poteva certo immaginare una carica di decine di agenti contro alcuni ragazzini. Ora le indagini sono in corso, tutti i responsabili saranno perseguiti penalmente”.

Le immagini dell’aggressione, diffuse dal consigliere regionale Borrelli, hanno fatto presto il giro della rete scatenando l’indignazione e la rabbia.