Matrimoni nei posti più belli di Napoli, l’annuncio di De Magistris per il dopo coronavirus

Matrimoni civili nei luoghi più belli della città, spazi accessibi solo a bambini e accompagnatori e un rilancio turistico della città di Napoli. E’ il progetto annunciato in un post dal primo cittadino Luigi De Magistris.

“Nella riunione di giunta – ha affermato il sindaco – abbiamo lavorato sulle linee guida per mobilità e commercio per l’estate (occupazione di suolo pubblico gratuito e più fruibile, più trasporto pubblico, più biciclette, più pedonalizzazioni, più cultura e ripresa del turismo): spazi accessibili per alcuni giorni solo a bambini ed accompagnatori, matrimoni civili non più solo nella sala della loggia del Maschio Angioino o nelle municipalità, ma negli spazi della nostra città: da Rotonda Diaz a Marechiaro, dai palazzi storici del centro storico alle piazze, ovunque gli sposi desiderino per far ripartire il settore wedding; piattaforma in legno sulla scogliera per l’estate per allargare la fruizione degli spazi e affievolire il rischio di assembramenti. Dobbiamo collaborare tutti per la cura e la rinascita”.

La ripartenza in tempi di coronavirus impone nuove misure e nuovi metodi per tentare un graduale ritorno alla normalità senza compromettere lo sviluppo turistico che la città stava attraversando prima dell’inizio della quarantena.

“Noi vogliamo lanciare nelle immagini mondiali una Napoli sicura sul piano sanitario, attrattiva, piena di energia e di creatività. Una città che riparte dalle persone, dagli spazi e dalla bellezza. Al 21 febbraio eravamo primi in Italia per crescita culturale e turistica, non avere oggi dopo lo tsunami coronavirus più risorse economiche non aiuta. Ma almeno noi, a differenza della comunità del rancore, non vogliamo perdere. La sofferenza è grande ma in squadra si può vincere, perché l’amore per la nostra città è più forte di ogni altra cosa. Vi chiediamo unità e impegno. Noi ce la metteremo tutta” ha concluso De Magistris.