32.3 C
Napoli
sabato, Luglio 2, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Mala di Napoli est, chiesti quattro secoli di carcere per i ras di San Giovanni a Teduccio


Il processo di primo grado per la mala di Napoli est è entrato nel vivo con la requisitoria del pubblico ministero. Le richieste di quest’ultimo rischiano di decapitare i vertici dei clan Rinaldi, Reale e Formicola: avanzate richieste per un totale di quattro secoli di carcere. Gli arresti culminarono nel maggio scorso (leggi qui l’articolo) con le indagini che ricostruirono, attraverso le intercettazioni, telefoniche ed ambientali, le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia ed i riscontri, l’operatività del cartello e gli scontri armati con il clan Mazzarella a partire dalla seconda metà dell’anno 2014 e fino al 2019, attuati per il controllo delle attività illecite nell’area orientale della città di Napoli, nelle zone di piazza Mercato e Porta Nolana nonché nei comuni di San Giorgio a Cremano e Portici. Gli imputati hanno scelto il rito abbreviato (formula che comporta in caso di condanna lo sconto di un terzo della pena)

Le richieste di condanna

Tra le richieste più pesanti figurano quelle nei confronti di Maria Domizio, moglie del boss Ciro Formicola: il pubblico ministero ha invocato per la donna 15 anni. Per il baby boss Gaetano Formicola e il cugino Giovanni Tabasco, coinvolti condannati per l’omicidio di Vincenzo Amendola, il 19enne ucciso a colpi di pistola e seppellito in un fondo agricolo, chiesti rispettivamente 15 e 10 anni di reclusione. Il giovane, scomparso la sera del 5 febbraio 2016 il giovane fu ritrovato senza vita il 19 dello stesso mese in un terreno non molto distante dalle case popolari di Taverna del Ferro. Tra le altre richieste spicca anche quella nei confronti del boss Ciro Rinaldi ‘Mauè’ (per lui chiesti 15 anni) e il suo ‘stato maggiore’, i colonnelli Michele Minichini ‘a tigre (per lui 15 anni), Sergio Grassia (15 anni), Raffaele Oliviero (15 anni) e Raffaele Maddaluno ‘Nzalatella (18 anni e sei mesi). Oltre a loro tutto il clan-famiglia dei Reale e Salvatore Nurcaro (per lui la richiesta è di 10 anni di reclusione), obiettivo dichiarato del raid di due anni fa in piazza Nazionale in cui rimase ferita la piccola Noemi. Queste le altre richieste: Ferdinando Di Pede 13 anni e sei mesi, Giueppe Fusaro 13 anni e sei mesi, Ciro Grandioso 15 anni, Ciro Grassia 15 anni, Luigi Luongo 15 anni, Salvatore Luongo 15 anni, Giovanni Pagano 12 anni, Antonio Reale (classe 1991) 15 anni, Antonio Reale (classe 1990) 15 anni, Carmine Reale 15 anni, Gennaro Reale (classe 1987) 15 anni, Gennaro Reale (classe 1992) 15 anni, Pasquale Reale 15 anni, Vincenzo Reale 15 anni, Francesco Rinaldi 10 anni, Tommaso Sannino 18 anni, Francesco Silenzio 12 anni, Gaetano Tabasco 15 anni.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Assalto a ‘Cala la Pasta’, sì all’incidente probatorio per Bosti junior

E' ritenuto uno degli autori dell'assalto al ristorante 'Cala la Pasta' di via Tribunali.  Patrizio Bosti, figlio di Ettore...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria