Napoli. Si arrabbia perché c’è troppa gente in metropolitana, scoppia la rissa: passeggeri in fuga

Prima le offese, poi la rissa. Sono stati momenti di paura quelli vissuti all’interno della Linea 1 della metropolitana di Napoli, dove è scoppiata una rissa. Tutto è iniziato intorno alle otto di questa mattina, quando un giovane di circa 30 anni è entrato in un treno a Chiaiano lamentandosi delle troppe persone. Per sfogare meglio la sua rabbia, però, ha deciso di attaccare briga con un coetaneo: in pochi secondi quello che era un diverbio è prima degenerato a qualche spintone, fino a trasformarsi in una vera e propria rissa. A raccontare l’episodio è stato Fanpage.it (qui l’articolo).

La lite è durata all’incirca due minuti, durante i quali sono volati calci e pugni. Quando il treno però si ferma a Colli Aminei, i passeggeri si dividono a metà: da una parte chi decide di scappare e aspettare il prossimo mezzo pubblico, dall’altra chi prova a far da paciere e calmare il 30enne. Quando il treno raggiunge però la prossima fermata della metropolitana, al Policlinico, l’uomo riappare e tenta di aprire le porte del vagone dove si trova il ‘rivale’ con le mani. Probabilmente, il giovane infuriato, sarebbe comunque salito sul treno ma in un altro convoglio. Per fortuna, però, il treno è ripartito ed i passeggeri hanno potuto tirare un sospiro di sollievo.