droga
Sequestro di droga nei presi della metro di Napoli a Scampia

I carabinieri del nucleo operativo del Vomero hanno sequestrato 118 dosi di crack per complessivi 120 grammi di droga. La sostanza era occultata in 3 contenitori in plastica, sotterrati nei pressi del ponte della metropolitana Linea 1, in Via Zuccarini. Immessa sul “mercato” avrebbe fruttato oltre 7300 euro. Continuano le indagini per rintracciare chi avesse disponibilità dello stupefacente. Sono in corso le indagini per risalire ai responsabili e saranna effettuati controlli a tappeto anche nelle aree adiacenti.

Un precedente sequestro di droga

Solo poche ore prima era stato effettuato un altro sequestro a Castellammare di Stabia. I carabinieri della locale compagnia hanno presidiato le strade e le piazze ritenute più sensibili. Nel rione Savorito è stata rinvenuta una cospicua quantità di droga. Nel vano ascensore di una palazzina in via Traversa Lattaro erano occultati 254 dosi di cocaina (56 grammi), 32 stecchette di hashish, 53 bustine di marijuana e 1315 euro in contante ritenuto provento illecito.

Il comando provinciale dell’Arma dei carabinieri ha disposto anche nelle prossime ore presidi fissi in tutta Napoli e provincia. Sotto torchio le strade principali e quelle periferiche. Con il rientro dalle vacanze estive si riaccende l’allarme e le forze dell’ordine tengono alta l’attenzione. Nel corso dello scorso mese di agosto non sono rallentati i controlli.

Un’altra operazione ad inizio agosto

All’inizio di agosto nel Parco regionale dei Monti Lattari il Comando Provinciale di Napoli – nell’ambito dei servizi volti al contrasto dell’attività illecita di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti – ha disposto in questo periodo estivo mirati servizi di perlustrazione. Quest’anno, a fornire un preziosissimo contributo ai militari della compagnia di Castellammare di Stabia, i militari dello squadrone eliportato cacciatori calabria e puglia.

Durante le operazioni i carabinieri hanno arrestato a Pimonte un 57enne incensurato del posto. I militari hanno perquisito il terreno dell’uomo ed hanno rinvenuto e sequestrato 229 piante di cannabis indica alte circa 2 metri e mezzo. Sequestrate anche altre 43 piante della stessa tipologia  – piantate in dei vasi – nascoste in un container interrato. Il nascondiglio era adibito a serra con corrente elettrica, con impianto di areazione ed acqua. Tutto creato abusivamente. I Carabinieri hanno anche constatato che il furto di corrente elettrica ammonta ad un valore di quasi 84mila euro. Il terreno e il container sono stati sequestrati. Le piante campionate e poi distrutte.

A Lettere, invece, i militari dell’Arma hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente un 58enne del posto già noto alle ffoo. I Carabinieri hanno perquisito la sua abitazione e i terreni limitrofi. Rinvenuti e sequestrati quasi 2 grammi di cocaina e 86 grammi di marijuana oltre a 4 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento della droga. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del giudizio dell’Autorità giudiziaria oplontina.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.