“Finalmente vado via da quella casa”: la piccola Noemi dopo essere sopravvissuta al raptus di Tony

“Finalmente vado via da quella casa”. Sarebbero state queste le parole della piccola Noemi, sorella di Giuseppe, confidate ad una delle infermiere che l’ha soccorsa domenica sera all’ospedale Santobono di Napoli dove è arrivata con escoriazioni, lividi e ferite. Lei è riuscita a sopravvivere alla violenza di Tony Badre, compagno della madre Valentina, scagliatosi con una violenza cieca contro i due bambini, risparmiando la sorellina di 4 anni, salvata in un momento di lucidità dalla madre Valentina che l’avrebbe nascosta sotto una coperta per sottrarla alla sconsiderata violenza del 24enne. Violenza a cui, probabilmente, non era nuovo.

Poche parole quelle della piccola Noemi che danno il chiaro senso di ciò che accadeva in quella palazzina di Cardito. Un clima teso che si era trasformato in un incubo per la piccola, “felice” di esserne uscita viva. Lo stesso non potrà fare il fratellino piccolo, ucciso dalle percosse e dal bastone della scopa scagliatogli addosso violentemente.