Nunzia Nobis
Nunzia muore dopo l'intervento

Una nefrectomia radicale. Il nome complicato corrisponde a una delicata asportazione dell’intero rene e del tessuto adiposo circostante. L’operazione viene eseguita quando non è possibile lasciare un rene. Ma dopo questo intervento, Nunzia Nobis, 43 anni, affetta da severa calcolosi renale, è morta. E’ successo nel giugno scorso.

Come riferito da Il Mattino il prossimo 5 luglio il gup Ida Rossetti dovrà decidere se rinviare a giudizio i medici. Si tratta del chirurgo e dei suoi colleghi che si sono occupati della 43enne nei giorni precedenti l’intervento. Clemente M., Andrea O. e Paolo F. di Napoli e Pozzuoli sono indagati per omicidio colposo. Nunzia era originaria di Trentola Ducenta ma residente a Cardito: a rappresentare la famiglia gli avvocati Mario Griffo e Davide De Marco.

La 43enne era stata trasferita in Rianimazione dopo un intervento al rene e sarebbe deceduta a seguita di complicazioni sorte dopo l’intervento

L’accusa nei loro confronti, è d’imprudenza ed imperizia. Tuttavia, i legali della famiglia, puntano a fare chiarezza sul decesso della 43 enne, madre di tre figli di 10, 8 e 6 anni. L’udienza è fissata per il prossimo 5 luglio.

 

Nunzia Nobis
Nunzia muore dopo l’intervento

Una nefrectomia radicale. Il nome complicato corrisponde a una delicata asportazione dell’intero rene e del tessuto adiposo circostante. L’operazione viene eseguita quando non è possibile lasciare un rene. Ma dopo questo intervento, Nunzia Nobis, 43 anni, affetta da severa calcolosi renale, è morta. E’ successo nel giugno scorso.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.