Torre Annunziata piange Nunzio, il dolore della prof del 16enne di Torre: «Classe vuota senza di lui»

Ha perso la vita nel fiore della sua giovinezza, Nunzio Gallo, 16 anni. A causare la morte del giovane originario di Torre Annunziata è stato un incidente a Memmenano (Arezzo) mentre lui era sul suo scooter, probabilmente un frontale. Si era trasferito in Toscana insieme alla sua famiglia, dove ha anche giocato fino a due anni fa nella società del Bibbiena. Lì i ragazzi lo ricordano e le loro parole sono commoventi: “Era un ragazzo splendido, scaltro e vispo, che sapeva leggere le situazioni del campo prima di tanti altri”.

Le dediche

Anche sui social i conoscenti e gli amici di Nunzio si lasciano prendere dallo sconforto. Non sono poche, infatti, le dediche rivolte al 16enne dopo l’apprensione della drammatica notizia: «Non posso crederci ancora, sono distrutto…rip», ha scritto un amico di Nunzio sui social.

Anche la sua prof – di cui le dichiarazioni sono state riportare da La Nazione – non riesce quasi a crederci: «So solo che sarà duro rientrare in classe senza di lui, colmare quel vuoto e sarà difficile con i compagni fino a che non cominceranno ad accettare la perdita».

La notizia del decesso

La comunità di Torre Annunziata è distrutta per la morte di Nunzio Gallo, il giovane 16enne deceduto in seguito ad un incidente in moto a Memmenano, in provincia di Arezzo. Il ragazzo è originario della città oplontina e viveva in Toscana da qualche anno.

L’impatto, pare frontale, è avvenuto in una curva e, purtroppo, si è rivelato fatale per la vittima che tra qualche giorno avrebbe compiuto 17 anni. Sulla moto c’era anche un amico, anch’egli 17enne, che è stato trasportato urgentemente in ospedale. Non è ancora chiara la dinamica del tragico sinistro, sui cui le forze dell’ordine stanno indagando.

Nunzio, al momento dell’incidente, non aveva un documento e soltanto dopo l’1 di notte, quando i genitori sono giunti sul posto, è stato possibile accertarne l’identità.