Nuovo Dpcm, sì alla vendita di alcolici per alcune attività dopo le 18
Foto di repertorio

E’ arrivato il chiarimento del Governo in merito alla vendita di alcolici dopo le ore 18. In zona rossa è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione compresi bar, pasticcerie, gelaterie e nelle loro adiacenze.
Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
– senza restrizioni dalle 5.00 alle 18.00;
– dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili – codice ATECO 56.3).

Gli esercizi con codice Ateco 56.3 sono bar, pub, birrerie, caffetterie e enoteche. Dalla classe 56.3 sono escluse commercio al dettaglio di bevande, commercio al dettaglio di bevande attraverso distributori automatici.

CONSEGNA A DOMICILIO DI ALCOLICI E CIBI

Consegna a domicilio consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Inoltre è consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti che alloggiano.

QUANTO SI POTRA’ RESTERA NEL LOCALE

Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali, l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.