29.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Offerta del Barcellona per Koulibaly, il difensore: “Se dovessi andare via lo farò senza litigare”


Kalidou Koulibaly ha parlato del suo futuro senza peli sulla lingua. Nel corso di un’intervista rilasciata alla rivista francese Onze Mondial il difensore ha toccato diversi argomenti, dal razzismo al rapporto con Napoli, i suoi tifosi ed i suoi allenatori.

Uno dei passaggi più importanti per i partenopei, però, restano le parole su un eventuale addio: “Se mai andrò via da Napoli lo farò a modo mio, non ci sarà uno scontro e ne parlerò con il presidente. Lui cerca di ascoltare i tifosi che non vogliono la mia cessione ed ha rivendicato talvolta un prezzo troppo alto che ha bloccato le trattative“.

Attenzione alle offerte: la questione contratto

Sono queste le parole che, lette tra le righe dei tifosi, mettono un po’ di paura ai tifosi azzurri. Specie dopo le voci sull’interessamento del Barcellona, che sarebbe intenzionato ad assicurarsi le prestazioni del senegalese dopo otto anni vissuti all’ombra del Vesuvio. I catalani, difatti, sembrano già aver sondato il terreno con l’agente del calciatore, Fali Ramadani. Stavolta però a fare la differenza sulla trattativa sarà anche il prezzo di saldo, visto che Koulibaly è in scadenza di contratto nel 2023 e, appunto, la società capitanata da Aurelio De Laurentiis non può avanzare chissà quali pretese.

Difficilmente dunque si potrà dire di no ad una offerta che si aggira tra i 35 ed i 40 milioni: tra un anno il giocatore si svincola, e proprio perché il suo nome è Kalidou Koulibaly il rischio di attirare i club più appetibili in Europa a portarlo nelle rispettive squadre è elevato. Al momento tutto dipende da quanto il Barcellona sarà disposto a spendere, ma il patron azzurro adesso sa di non poter tirare troppo la corda.

De Laurentiis parla del futuro di Koulibaly

Imminente la replica di Aurelio De Laurentiis, che ai microfoni di Calcio Napoli 24 si esprime sulla questione: “Koulibaly? È un simbolo del Napoli, e lui se vuole non essere più un simbolo, è lui che lo deve decidere. Noi vogliamo che Koulibaly resti, ma non è che la gente la si può obbligare. Uno ha una propria dignità e delle proprie esigenze, noi rispettiamo chiunque. A voi risulta che ho mai obbligato qualcuno a restare pur se sotto contratto? Forse solo una volta è capitato, con mio amico Walter Mazzarri: lo saluto. Walter a un certo punto dopo due anni mi disse: ‘Presidè, io voglio andare via: Ma gli dissi che doveva restare e lui molto rispettosamente è rimasto rispettando il contratto e regalandoci quattro anni di soddisfazioni.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Lo sceicco Al Thani fa sognare i tifosi del Napoli, la storia Instagram sibillina sul mercato

Una storia pubblicata - e poi rimossa - su Instagram dallo sceicco del Qatar Hamad Al Thani ha letteralmente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria