28.8 C
Napoli
lunedì, Agosto 15, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Omicron 5 spaventa l’Europa, mete turistiche a rischio: in Campania oggi nuovo picco incidenza


“Sul tavolo del governo non c’è nessuna misura restrittiva contro il covid all’esame. Oggi i dati ci dicono che siamo in una fase positiva e gestibile. Valuteremo gli scenari delle prossime settimane. Ma è sbagliato dire che sarà autunno catastrofico, italiani hanno bisogno di messaggi positivi e rassicuranti. Il governo è pronto a gestire qualsiasi scenario”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ospite di ‘Mattina24′ su RaiNews24.

“L’obiettivo è quello di convivere con il virus e questo significa, a mio avviso, di prendere in considerazione l’ipotesi che chi è positivo asintomatico possa evitare l’isolamento e la quarantena. Prima o poi dovremmo porci il problema o blocchiamo il Paese – ha proseguito Costa – Convivenza è prendere atto che siamo di fronte ad una fase endemica, c’è un innalzamento dei contagi che fortunatamente non sta producendo pressione sugli ospedali, i numeri sono ampiamento sotto controllo. Dobbiamo veicolare prudenza ma non allarmismo e paura.

“Dopo due anni e mezzo di regole e restrizioni, dopo che gli italiani le hanno seguito e hanno aderito alla campagna di vaccinazione. E’ giusto tornare alla normalità che significa convivere con la pandemia nella consapevolezza che c’è un approccio diverso e maggiore responsabilità. E’ normale, alla presenza di una variante nuova molto contagiosa, assistere ad un innalzamento dei contagi che potrebbe essere l’indice di una fase endemica”, ha sottolineato Costa.

Il COVID ha ripreso a circolare, ancora una volta. Il rischio continua ad essere nettamente maggiore per chi non è vaccinato, per gli anziani, per i pazienti fragili, per le donne e i bambini, ma il virus è tornato a colpire tutti a causa della diffusione della variante Omicron 5. “Eravamo già in pre-allerta per un rialzo dei contagi in autunno, ma la presenza di questa nuova variante Omicron 5 ci ha sorpreso”, ha spiegato il prof. Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi e Professore associato di Igiene Generale e Applicata all’Università degli Studi di Milano.

Ricordiamo che, come riportato anche dal quotidiano Il Giornoquesto virus presenta una contagiosità estrema, superiore addirittura a quella di morbillo e varicella, con un R0 che oscilla tra i 15 e i 17: basti pensare che la variante Wuhan aveva un R0 di 2.5, mentre la Delta di 7.“Questi valori rappresentano il numero medio di casi secondari rispetto a un caso indice, quindi valori che la rendono molto più temibile”: significa che una persona può contagiarne altre 15 o 17.

L’insorgenza di questa variante, un po’ più benevola, ma non troppo, è un virus adattato che si replica nelle prime vie aeree, sviluppandosi poi in raffreddore, cefalea e in qualche caso anche di dissenteria, con esiti di malattia tuttavia inferiori. Questo perché la maggior parte della popolazione si è vaccinata oppure si è ammalata o ancora si è vaccinata, ammalata e guarita“Quindi un background di risposte immunitarie che, spesso e volentieri, non hanno impedito l’infezione, bensì hanno garantito un decorso più banale”.

Omicron 5 è stato definito il virus più contagioso al mondo, ma è meno aggressivo di varianti precedenti. Anche il Long Covid è presente, ma in percentuali minori rispetto ad altri ceppi.

Quali sono i principali sintomi? Tosse, affaticamento, congestione nasale/raffreddore, naso che cola, mal di testa.

Cosa succederà in autunno? “Dovremmo porci il problema se non fossimo vaccinati e se non avessimo un vaccino aggiornato. Ma siccome la maggior parte di noi è vaccinata e il vaccino aggiornato dovremmo averlo non dobbiamo pensare a restrizioni e lockdown“, ha dichiarato Pregliasco.

Presumibilmente, il prossimo autunno saranno disponibili vaccini anche per la variante Omicron, utilizzando come base l’ultimo virus e sarà prospettata con molta probabilità anche una campagna vaccinale simile a quella dell’influenza, con una proposta di richiamo per tutti, ma che sia più stringente per i fragili.

Secondo il Centro di controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) le nazioni in cui i contagi stanno salendo più rapidamente sono Italia, Portogallo, Francia e Islanda. Stessa situazione in Grecia e nell’ovest della Spagna.Ci sono poi 2,3 milioni di infettati nel Regno Unito, ovvero mezzo milione in più rispetto a una settimana fa.

In tutti paesi, sia pure per ora in maniera più che affrontabile, aumentano i ricoveri sia nelle terapie intensive sia nei reparto ordinari. E si riparla di una campagna vaccinale non solo per i “fragili”  e gli over 50.In Spagna si registrano alcune fasi critiche nei reparti di pronto soccorso, con i ricoveri passati in una settimana da 8.205 a 10.249. Impressionante il balzo dei contagi in Francia: + 67% in una settimana con un picco di 133.346 casi in un giorno.

Situazione contrastante in Portogallo dove i contagi hanno smesso di crescere, ma dove al tenpo stesso resta significativo il numero dei morti. A ogni modo ora Lisbona nel giro di una settimana aè scesa al quarto posto in Europa nella classifica dei contagi dietro Lituania. Francia e Grecia.

Covid: nuovo picco incidenza in Campania, al 37,68%

Sono 4.837 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 12.835 test eseguiti.Il tasso di incidenza tocca un ulteriore picco, al 37,68% (complice anche il minor numero di tamponi nel weekend) contro il 34,6 del precedente bollettino. Le vittime sono dieci, di cui sei nelle ultime 48 ore e quattro risalenti ai giorni precedenti. Restano invariati i ricoveri nelle intensive (33) mentre prosegue il trend di crescita dei ricoveri in degenza, giunti a quota 540 (+27 in un giorno).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Vincenza muore dopo il parto a Napoli, indagine della Procura

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta dopo la morte di Vincenza Donzelli. L'operatrice culturale 43enne, fondatrice...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria