Piano lavoro Regione Campania, ultime ore per aderire al bando di concorso

C’è ancora tempo fino alla mezzanotte di domani per iscriversi al concorso bandito dalla Regione con il Formez per la copertura con contratto a tempo indeterminato (Piano per il lavoro della Campania) di tremila posti nei Comuni e negli enti che hanno aderito al bando. E’ possibile quindi ancora iscriversi e sono invitati a farlo tutti i giovani che aspirano a un posto stabile e non al precariato.

Si ricorda inoltre che dopo l’estate, la Regione bandirà un altro concorso per 600 posti, anche questi a tempo indeterminato, che dovranno coprire il fabbisogno dei Centri per l’Impiego della Campania.

Il corso-concorso Regione Campania, nei primi due bandi resi noti ad inizio luglio, si riferisce a 1.225 posti per diplomati e 950 per laureati. I più di 2000 profili ricercati non potevano non far gola a molti giovani e non più giovani in cerca di lavoro. L’ultimo dato ufficiale relativo al numero di domande pervenute sulla piattaforma Ripam si riferisce a ben 508.000 candidature negli ultimi giorni di luglio. Questa quota è destinata tuttavia a crescere ulteriormente entro la scadenza del bando.

Una volta chiusa la possibilità di iscriversi al concorso Regione Campania, quanto bisognerà attendere per le prove pre-sellettive? Ancora oggi, ci sono solo conferme per l’inizio dei test in tempi davvero ridottissimi. I primi candidati potrebbero essere chiamati alla prima prova di sbarramento già alla fine di questo mese o al massimo per inizio settembre. Le giornate di selezione non saranno poche visto il gran numero di candidature pervenute. Si procederà, magari come in altri concorsi, con l’estrazione della lettera del cognome dal quale partire per i test e nei giorni successivi, si procederà con tutte le altre lettere dell’alfabeto. Le prove di certo si terranno a Napoli e molto probabilmente un’area adatta per accogliere il gran numero di candidati sarà la Fiera d’Oltremare a Fuorigrotta. Dettagli sullo svolgimento di questa fase dovrebbero giungere entro pochi giorni direttamente in Gazzetta Ufficiale.