Picchia e strangola la moglie dopo una lite, poi si costituisce: “L’ho uccisa con le mie mani”

Un cittadino tunisino Moncef Naili, 54 anni, ha strangolato la sua compagna, una donna italiana, Elvira Bruno di 53 anni, e subito dopo ha chiamato la polizia per costituirsi. L’ennesimo femminicidio è avvenuto a Palermo nell’abitazione della coppia, in via Antonino Pecoraro Lombardo. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia. L’uomo fa il cuoco e vive da anni a Palermo.