Ponticelli. ‘Poppetta’ d’Orsi colpito nel feudo del nuovo clan ‘a tre teste’

E’ stato colpito nel ‘feudo’ della nuova formazione in auge a Ponticelli, quella che spadroneggia da settimane al lotto 0. E’ stato raggiunto dai sicari lì Salvatore d’Orsi ‘Poppetta’, nel ‘cuore’ della zona sotto l’influenza dei Minichini-Schisa-Solla in via Oplonti; un dato da non trascurare e che potrebbe aprire uno squarcio sul fronte investigativo. Da quello che emerso nelle prime ore successive al raid d’Orsi era un ‘pesce piccolo’, un personaggio minore che aveva piccoli precedenti per droga e per ricettazione. Al momento ogni pista rimane aperta: da quella dello sgarro fatto al gruppo al momento dominante nel rione ad una risposta degli irriducibili dei De Micco. C’è poi quella frase che fa pensare:«Si scende, si va al rione Traiano. Siamo arrivando». Questo l’ultimo post scritto sulla bacheca Fb prima di essere ucciso: una frase che potrebbe significare tutto o niente. A Ponticelli l’unico gruppo che aveva rapporti con i clan di Pianura e di Soccavo erano i D’Amico e in particolare Christian Marfella (figlio di Giuseppe Marfella, boss di Pianura, e di Teresa De Luca Bossa). I ‘fraulella’ però sono al momento quasi del tutto spariti e dunque quella frase resta per ora ‘sospesa’, senza un apparente perchè.

Secondo la prima ricostruzione d’Orsi è stato ferito a colpi d’arma da fuoco da due uomini in sella a uno scooter. I fatti ieri sera alle 23,30. Tre lo hanno colpito al torace, ma l’uomo non e’ morto sul colpo. Nella notte è stato operato all’ospedale Villa Betania ma in mattinata e’ morto per le profonde ferite provocate dai proiettili. Sul posto gli agenti della sezione omicidi della Squadra Mobile e gli investigatori del commissariato di Ponticelli (dirigente Antonella D’Andria, sostituto commissario Vittorio Porcini).

I killer gli hanno sparato in strada poco prima di mezzanotte diversi proiettili all’addome e al torace. ‘Pppetta’ era riuscito a tornare a casa dopo l’agguato e i familiari lo avevano accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Villa Betania. Il giovane è morto in prima mattinata.