Pugno in petto al gioielliere poi scappa con il bottino: arrestato rapinatore di Calvizzano

Ieri pomeriggio in una gioielleria di via Toledo ha arraffato una statua d’argento e, dopo una colluttazione con il gioielliere per assicurarsi la fuga, è fuggito lungo via Santa Brigida.
fuggiva tentando goffamente di nascondere la statuetta sotto la maglia ma è stato individuato da 2 carabinieri liberi dal servizio, allarmati dalle urla provenienti dal negozio.

I carabinieri lo hanno inseguito e dopo 100 metri di inseguimento lo hanno acciuffato.
I militari hanno poi ricevuto la denuncia del gioielliere ricostruendo che il malfattore era entrato nel negozio fingendosi interessato alla statua in argento di un cavallo quindi, approfittando del fatto che il gioielliere stava soddisfacendo anche un’altra cliente, ha allungato un braccio nella vetrina afferrando la statua, poi è corso via nonostante il commerciante lo avesse quasi bloccato. Per liberarsi il malfattore gli ha sferrato un pugno sul petto e si è dato alla fuga.

Il rapinatore è Giuseppe Sorelli, un 45enne di Calvizzano già noto alle forze dell’ordine. è stato tratto in arresto e risponderà di rapina. adesso attende il giudizio con rito direttissimo.