Voto di scambio a Qualiano, Micillo: “Presenterò un’interrogazione parlamentare”

“Il blitz dei Carabinieri a Qualiano  contro episodi di voto di scambio rivela come in queste terre la commistione tra politica e malaffare sia un cancro sociale da estirpare” lo denunciano in una nota congiunta il parlamentare del Movimento 5 Stelle Salvatore Micillo e il candidato sindaco di Qualiano del Movimento Carmine Sgariglia.

“Secondo quanto riportano quotidiani locali, diverse persone sono state portate in caserma – spiega Micillo  ‘Il dato accertato dai Carabinieri è che diverse persone, più di una decina, sarebbero state state pagate per il proprio voto”. “Sul grave episodio presenterò una interrogazione, perché contro il voto di scambio, come previsto nel programma di governo, la normativa va resa ancora più dura ed efficace” spiega Micillo. “Con questi episodi la vecchia politica continua a provare ad alzare la testa -spiega il candidatato sindaco Sgariglia insieme a Micillo – Nelle liste dei nostri avversari svariati soggetti di cui alcuni direttamente coinvolti nella competizione elettorale sono stati denunciati per ipotesi di voto di scambio . Sorpresi con cifre in contanti o buoni di acquisto e materiale elettorale sono stati identificati e deferiti all’ autorità giudiziaria . Non contenti di aver pubblicato un opuscolo identico al bollettino della amministrazione comunale per fini di pubblicità elettorale continuato a cercare di comprare il consenso degli elettori in ogni modo . Continuiamo a combattere con un sistema marcio che continua a non voler arrendersi in un territorio assetato e desideroso di legalità” conclude la nota del MoVimento 5 Stelle.