reddito di cittadinanza ministro orlando sospensione
Reddito di Cittadinanza

Reddito di Cittadinanza, Andrea Orlando: “Sospensione temporanea per chi lavora”. Oggi nell’audizione al Senato il ministro del Lavoro e del Welfare presentava le linee del suo ministero e del Recovery Plan. Il responsabile del dicastero spiega che “Cruciale è la piena attuazione del Piano straordinario di rafforzamento dei centri per l’impiego. Già finanziato dal decreto legge istitutivo del Reddito di cittadinanza.  Dobbiamo accelerarne i processi ed essere più ambiziosi. Ad esempio perseguendo l’obiettivo di fissare standard di prossimità e di migliorare l’integrazione con la rete dei servizi territoriali. In particolare servizi sociali e anche sanitari per i beneficiari con bisogni complessi, prevedendo anche specifiche azioni formative per gli operatori. La creazione della Rete nazionale degli Osservatori regionali del mercato del Lavoro e il completamento dell’interoperabilità dei sistemi informativi con il sistema nazionale. In parte tali azioni sono collocate nel Pnrr, seppur già finanziate, per coerenza con la riforma complessiva“.

COME CAMBIERA’ IL REDDITO DI CITTADINANZA

Sul reddito di cittadinanza, il ministro del Lavoro annuncia la revisione dei meccanismi burocratici. “Ho istituto un comitato, come era previsto nella legge, in cui sono stati messi dentro, oltre a esperti anche referenti di Inps, Anpal e Inap. Ma intendo proporre una modifica che preveda di inserire anche un rappresentante dei Comuni. Perché ritengo importante vedere la cosiddetta messa a terra“.

Orlando ha dichiarato inoltre che è “allo studio una disposizione per permettere ai percettori di Reddito di Cittadinanza di lavorare temporaneamente sospendendo il beneficio del RdC senza subire la perdita o la riduzione dell’assegno. In tali casi l’assegno riprenderà a decorrere in via automatica al termine dell’attività lavorativa“.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.