Resta incinta mentre è in carcere, la confessione sotto choc: «Non mi ricordo niente»

Latoni Daniel PaiyKree, 26 anni di Coosa, in Alabama, sta scontando una condanna a 17 mesi di carcere per omicidio ed è rimasta incinta dietro le sbarre. La storia, riportata dai media anglosassoni, ha fatto il giro del web perché la famiglia teme che sia stata stuprata e minacciata. Lei, che sta portando avanti la gravidanza, dice di non riuscire a spiegarsi come sia stato possibile.

La ragazza è finita in prigione perché era alla guida dell’auto su cui è salito l’ex fidanzato Ladaniel Tuck, colpevole di aver derubato e ucciso un uomo di 87 anni nel dicembre 2017. La ragazza non è stata condannata in via definitiva, ma per lei erano state decise misure cautelari e restrittive. Ora, date le sue condizioni, sarà trasferita in un altro penitenziario. I famigliari hanno chiesto alla polizia di indagare, mentre la ragazza afferma di non ricordare nessun rapporto sessuale. Secondo il fratello, Terrell Ransaw, potrebbe essere stata violentata dopo averle somministrato dei sedativi: «Deve essere successo di notte quando era incosciente dopo aver preso la sua medicina per le convulsioni… Il bambino sarà curato e amato, a prescindere. Daniel non avrebbe mai abortito. Molte persone probabilmente prenderebbero in considerazione la possibilità di dare il bambino in adozione o di abortire. Mia sorella crede che sia una benedizione di Dio, non importa la situazione».