Juventus-Napoli, il Governo: “Decisione presa, ora pensiamo alle scuole”

rinvio Juventus Napoli
Le parole del Ministro della Salute

Nonostante la Lega Calcio non abbia ancora comunicato nulla di ufficiale, dal governo sembrano non avere dubbi sul rinvio di Juventus-Napoli. Ad annunciare che il match non si disputerà, è stato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervistato su Rai 3.

Speranza: «Sì a rinvio Juventus-Napoli, ora pensiamo a ospedali e scuole»

“È già deciso che Juve-Napoli non si giocherà. Ma parliamo troppo di calcio. Lo dico con rispetto anche nei confronti di un pezzo di economia del Paese. So che intorno al calcio ci sono interessi e tante persone che vanno rispettate. Le cose importanti in questo momento però sono altre: è il lavoro degli ospedali e dei sanitari e l’attenzione alle nostre scuole, che sono un punto fondamentale di ripartenza del Paese. Un po’ meno calcio e un po’ più scuola, se possibile”, riporta Ilfattoquotidiano.

Il comunicato dell’Asl Na

“In merito alla vicenda della mancata partenza della squadra del Napoli a seguito della comunicazione della positività ai tamponi per i calciatori Zielinsky ed Elmas, l’Asl Napoli 2. Nord – territorialmente competente per la residenza dei due atleti – comunica che sono state applicate le norme nazionali e regionali in merito alla gestione della pandemia. Sono state effettuate le indagini epidemiologiche, sono stati disposti i tamponi a familiari e contatti stretti, è stata comunicata la delega al .Medico sociale del Calcio Napoli per la gestione dei casi sospetti tesserati Napoli S.S.C. L’ASL Napoli 2 Nord – come da procedura – ha poi comunicato alle altre Aziende Sanitarie, competenti per residenza, i nominativi dei contatti stretti dei calciatori positivi, al fine di mettere in atto la procedura di tracciamento e contenimento del contagio”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK