Salvini arriva in provincia di Napoli, sindaco del Vesuviano chiede le scuole: è polemica

«Restiamo basiti dinanzi all’assurda decisione del sindaco di San Giuseppe Vesuviano Vincenzo Catapano di disporre la chiusura delle scuole per lunedì 6 maggio a causa del comizio in piazza che sarà tenuto dal leader della Lega Salvini. In pratica le lezioni saranno interrotte a causa di un soggetto, che tra l’altro è anche ministro dell’Interno, che arriverà in città per fare campagna elettorale. Siamo ben oltre l’immaginabile: è una vergogna senza precedenti». Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e i portavoce in Campania del Sole che Ride Vincenzo Peretti e Benedetta Sciannimanica.

«Troviamo di una gravità esponenziale che gli alunni perdano un giorno di scuola, in un periodo cruciale dell’anno scolastico, per permettere ad un politico di parlare in piazza. Qualora sussistano dei motivi di ordine pubblico sarebbe buona norma spostare l’evento in un altro luogo, al chiuso, in modo da ridimensionare l’impiego delle forze dell’ordine. Ci pare eccessivo, inoltre, il tenore della misura, tenendo conto che il comizio si terrà alle ore 20, a distanza dell’orario di uscita degli studenti dalle scuole. Tra l’altro restiamo molto sfiduciati dinanzi all’atteggiamento del ministro Salvini che sembra molto più interessato alla perpetua campagna elettorale di cui è protagonista rispetto ai numerosi problemi del suo dicastero. Finora da parte sua solo slogan e chiacchiere ma qui in Campania continuiamo a fare i conti con una escalation criminale preoccupante».